Transizione digitale
Cos’è il Digital Automation Lab
Taglio del nastro in via Sicilia

11/10/2021 – Taglio del nastro del Digital automation Lab, oggi in via Sicilia a Reggio Emilia, a conclusione dell’assemblea di Unindustria dedicata significativamente alla Città digitale. Una sede provvisoria, in attesa del recupero del capannone 17 delle ex-Reggiane, destinato a diventare il cuore, anche universitario, dell’industria digitale non soltanto reggiana. ma una sede dove già si misurano competenze di livello internazionale.

Il DAL è il nuovo laboratorio dimostrativo di tecnologie della manifattura avanzata: un luogo in cui le imprese possono sperimentare soluzioni di automazione, robotica, visione, digital twins e modelli di simulazione virtuale, con il supporto di tecnici specializzati con un approccio “Test before Invest”.

Taglio del nastro del Digital Automation Lab

Il DAL è promosso da Fondazione REI, centro per l’innovazione e il trasferimento tecnologico di Reggio Emilia, e si colloca all’interno del Distretto Digitale di Reggio Emilia. L’iniziativa “comprende strutture dedicate (laboratorio dimostrativo delle tecnologie di automazione e robotica e spazio di coworking) capaci di favorire l’adozione delle tecnologie digitali ed attrare sul territorio iniziative imprenditoriali ad alto contenuto tecnologico”.

Obiettivo non secondario è “favorire il dialogo tra la cultura tecnologica e quella imprenditoriale, che aggrega risorse umane e tecnologie, consolidando sinergie locali, nazionali e internazionali con partner di ricerca, centri per l’innovazione e aziende estere, startup che Fondazione REI ha costruito nel corso degli anni e che intende potenziare per lo sviluppo e la buona riuscita del progetto. Il laboratorio è coerente con gli obiettivi della Strategia di Specializzazione delle Regione Emilia-Romagna, che ne ha co-finanziato la realizzazione”.

Il Dal di via Sicilia

Le dotazioni del Laboratorio e i fronti applicativi

Il laboratorio opera su tre fronti applicativi, complementari e connessi: lean manufacturing, smart manufacturing e smart worker.

Il primo fronte risponde all’esigenza di valutare se il processo manifatturiero sia pronto per l’automazione.

Il secondo risponde all’esigenza di introdurre automazione che sia ben architettata e compresa dall’impresa, per favorirne il successivo assorbimento.

Il terzo risponde all’esigenza di mettere al centro delle operazioni l’uomo, soggetto imprescindibile anche nei contesti a più elevata automazione, aumentandone le capacità operative.

Le imprese che accedono al DAL ottengono diversi vantaggi: il disegno di soluzioni personalizzate e collaborative, co-create dal personale dell’impresa e dallo staff del laboratorio; tempi di realizzazione più rapidi della fase di progettazione della soluzione; una crescita professionale del proprio personale sulla manifattura avanzata e digitale; la possibilità di coprire i costi dell’attività di aumento della consapevolezza, in quanto formativa, con i Fondi Interprofessionali.

REGGIO LA CITTA’ DIGITALE

LA FONDAZIONE REI

Fondazione REI è il Centro per l’Innovazione accreditato alla Rete Alta Tecnologia della Regione Emilia-Romagna, soggetto gestore del Tecnopolo di Reggio Emilia e associato ai Clust ER Mech, Innovate e AgriFood.

La Fondazione ha come fondatori Unindustria Reggio Emilia, Camera di Commercio di Reggio Emilia, Iren Smart Solutions spa – Gruppo Iren e Stu Reggiane spa – Controllata dal Comune di Reggio Emilia e gestore del Parco Innovazione. e’ inoltre sostenuta dalla Fondazione Pietro Manodori.

Il progetto Digital Automation Lab è cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna con fondi POR-FESR 2014-2020.

Fausto Mazzali, presidente Fondazione Rei

FAUSTO MAZZALI: IL DAL PARTNER DELLA TRANSIZIONE DIGITALE

COSI’ CAMBIA LA FONDAZIONE REI

“Ci attendono due trasformazioni epocali – ha detto il presidente di fondazione REI, Fausto Mazzali all’inaugurazione ufficiale del DAL – La rivoluzione digitale e la rivoluzione della nuova mobilità sostenibile. In entrambi i casi ci viene richiesto un salto culturale, organizzativo e di pianificazione delle nostre rispettive filiere a cui non tutte le nostre imprese sono pronte. Occorrerà un lavoro di squadra e un ampio ricorso al “fare insieme”, come ha ricordato dal Presidente Storchi”.

“Quando nel 2017 venne definito il nuovo Statuto della Fondazione REI, la missione affidata dai quattro enti fondatori (Unindustria, Camera di Commercio di Reggio Emilia, Stu Reggiane e Iren Smart Solutions) alla Fondazione fu incentrata sul trasferimento tecnologico, supporto alle imprese per la qualificazione dei processi e prodotti e accompagnamento verso la digitalizzazione.

La Fondazione, negli ultimi 5 anni, ha investito impegno e risorse in tal senso, per una rinnovata cultura d’impresa a sostegno dei progetti di innovazione, compiendo questa missione grazie anche allo stretto collegamento con la Rete Alta Tecnologia della Regione e in qualità di ente gestore del Tecnopolo di Reggio Emilia.

Rientrando nel mandato affidatoci dagli enti fondatori, abbiamo dedicato gli ultimi due anni, nonostante la pandemia, a costruire un percorso verso un rinnovato portafoglio di servizi dedicati alla trasformazione digitale delle piccole e medie imprese. E il perseguimento della missione di accompagnamento alla rivoluzione digitale ha portato all’investimento nel Digital Automation Lab, laboratorio fisico di simulazione delle nuove tecnologie 4.0..

Il laboratorio è parte integrante dell’articolato progetto “Distretto Digitale”, coordinato da Unindustria Reggio Emilia che possiamo descrivere come una vera e propria filiera di orientamento, formazione e approccio alla rivoluzione digitale”.

Digital Innovation Lab

LE COLLABORAZIONI: COMAU, SIEMENS, ELETTRIC 80, UNIMORE

“Sulla base di un percorso di confronto con oltre 20 imprese del distretto meccatronica abbiamo perfezionato una proposta di servizio che si avvale della collaborazione di Comau, main partner per le soluzioni tecnologiche, di Siemens, Elettric 80 e dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Dipartimento di Scienze e metodi dell’Ingegneria e in prospettiva di altri partner tecnologici e di consulenza per temi di lean management, formazione di nuove competenze e soluzioni 4.0 per la fabbrica intelligente.

La nostra proposta di servizio si basa sul principio che non esista una soluzione standard unica per la “scalata” digitale e che il viaggio incrementale a passi di attenta valutazione anche finanziaria debba essere compiuto attraverso un approccio “test before invest.

Per questo, le competenze del Digital Automation Lab aiuteranno le imprese prima di tutto a delineare l’effettivo bisogno di trasformazione all’interno della fabbrica, offrendo anche una simulazione dell’introduzione di determinate tecnologie 4.0 fino ad arrivare a fornire un progetto su cui l’azienda avrà la più completa libertà di esecuzione.

Il Digital Automation Lab opererà in sinergia con tutti gli altri servizi promossi dal “distretto digitale” a partire dai servizi di formazione professionalizzante e da quelli di incubazione di startup.

Trattandosi di un servizio che vogliamo rendere fortemente personalizzato su ciascuna azienda i- ha concluso Mazzali – nvitiamo le imprese a visitare il laboratorio nelle prossime settimane e segnalarci particolari esigenze legate ad una particolare esigenza di trasformazione di processo della vostra fabbrica.

La missione di Fondazione REI continua in questo rinnovato ruolo di partner della transizione digitale a fianco degli Enti fondatori della comunità di imprenditori di Reggio Emilia e con l’auspicato supporto delle Istituzioni Regionali, che ci hanno accompagnato fin qui.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Ylici Rispondi

    15/10/2021 alle 13:55

    È stato molto interessante guardare la trasmissione in diretta! Purtroppo non ho potuto partecipare a questa mostra, ma spero di non perdere SICUREZZZA 2021 a Milano. Ci sarà un forum sull’International Security and Fire Exhibition a novembre e sono molto interessato al sistema https://ajax.systems/it/products/starterkit/ che sarà presentato lì, quindi devo partecipare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *