Scioglimento di Forza Nuova : sì a maggioranza di Sala del Tricolore
Tutti solidali con la Cgil, approvato odg Lega contro ogni violenza politica

11/10/2021 – Battaglia in consiglio comunale a Reggio Emilia intorno all’invasione squadrista della sede nazionale della Cgil a Roma. La solidarietà al sindacato di Landini è condivisa da tutti, ma Sala del Tricolore si è divisa sullo scioglimento di Forza Nuova e delle formazioni “dichiaratamente fasciste”, mentre è passato con l’astensione del Pd l’ordine del giorno della Lega che condanna indistintamente tutte le violenze che colpiscono le formazioni politiche (quindi anche quelle subite da Lega e destre a opera di frange di sinistra).

Su questo documento si registra tuttavia un giallo interpretativo. Alle 19,30 l’ufficio stampa ha comunicato che il documento era respinto con 7 favorevoli e 8 astenuti: in genere queste note vengono desunte dai verbali provvisori della presidenza di Sala del Tricolore. Più tardi il capogruppo Pd Cantergiani ha eccepito che il documento in realtà era stato approvato col numero legale di 17 consiglieri (due presenti in aula non hanno partecipato al voto), riservandosi comunque riservato una verifica con gli uffici comunali domani mattina. Anche che il primo firmatario, il consigliere della lega Alessandro Rinaldi, ha poi confermato che in realtà l’odg è stato approvato, annunciando una richiesta di rettifica al Comune.

TRE ORDINI DEL GIORNO

Tre gli ordini del giorno in discussione: quello della maggioranza, il documento De Lucia-Aguzzoli (che oggi hanno annunciato la formazione di un nuovo gruppo di Coalizione Civica) , e l’odg Lega.

Devastazione alla Cgil nazionale

DOCUMENTO 1: approvato ha approvato con 21 voti favorevoli (Pd, Più Europa, Immagina Reggio, Reggio è, M5S, De Lucia del Gruppo misto) un ordine del giorno ex art.21 sull’aggressione alla sede Cgil di Roma, presentata dai gruppi di maggioranza in Sala Tricolore (PD, Immagina Reggio, Più Europa e Reggio È).

Il documento esprime “solidarietà alla CGIL e a tutte sigle sindacali che giorno 16 ottobre si uniranno in piazza a
Roma in una grande manifestazione nazionale e antifascista per il lavoro e la democrazia
“;

esprime “solidarietà alle forze dell’ordine che hanno gestito questa violenza squadrista con grande
professionalità e senso delle istituzioni
“;

e chiede “a tutte le istituzioni democratiche della città di Reggio Emilia di sostenere nelle sedi opportune, ogni azione necessaria che possa condurre allo scioglimento delle forze di stampo chiaramente fascista“.

DOCUMENTO 2: approvato con 20 voti favorevoli (Pd, Più Europa, Immagina Reggio, Reggio è, De Lucia del Gruppo misto, M5S) – l’ordine del giorno ex art.21 De Lucia-Fabrizio Aguzzoli di solidarietà alla Cgil e di richiesta al parlamento di sciogliere Forza Nuova.

Questo odg chiede ai “parlamentari reggiani, al Presidente della Camera dei Deputati, al Presidente
del Senato della Repubblica, al Ministero degli interni
” di intraprendere “tutte le azioni possibili che
realizzano una effettiva sicurezza dallo squadrismo neofascista e che ci sia un pronunciamento per lo
scioglimento dell’organizzazione neofascista e violenta Forza Nuova
“.

DOCUMENTO 3 – Infine il Consiglio comunale ha votato con 7 voti favorevoli (Lega Salvini premier, Panarari del Gruppo misto, M5S, Più Europa)  e 8 astenuti (Pd) – l’ ordine del giorno ex art.21 del gruppo Lega Salvini premier, di solidarietà alla Cgil. Il documento, primo firmatario Alessandro Rinaldi. L’odg chiede “al sindaco e alla Giunta di esprimere condanna per i fatti avvenuti a Roma e per tutte le aggressione ai danni di movimenti politici” e di esprimere “solidarietà alla Cgil e a tutti i pacifici manifestanti che sono scesi in piazza rispettando la legge“.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Fausto Poli Rispondi

    12/10/2021 alle 13:57

    Ma cazzo, almeno una riunione per capire il perché di tale sconcerto. Perche ? Perché se in altri Paesi meno evoluti come la Turchia o Olanda e via libera qui siamo ancora troppo condizionati dal governo. Perciò urgenti misure occorrono visto che siamo in Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *