Le mitiche Feste de l’Unità: quaranta autori per un libro collettivo
All’Orologio con Dumas Iori, Anna Tonelli, Vanni Codeluppi e Maurizio Landini

8/10/2021 – Sabato 9 ottobre 2021 la Fondazione Reggio Tricolore e Vittoria Maselli Editore
presentano il volume “Una provincia in festa. Le feste dell’Unità di Reggio Emilia
1945/1990
”.
L’incontro inizierà alle ore 10, presso il Centro Sociale Orologio, Via Massenet, 19
e sarà presieduto da Dumas Iori.
Interverranno Luca Vecchi, Sindaco di Reggio Emilia, Anna Tonelli, docente di storia
contemporanea all’Università di Urbino, Vanni Codeluppi, docente di sociologia dei
media, IULM-Milano e Maurizio Landini, Segretario Generale della CGIL.
Il libro è il frutto di un progetto di ricerca ideato dalla Fondazione Reggio Tricolore
agli inizi del 2020.
Quaranta autori e più di duecento ex volontari delle feste dell’Unità hanno
partecipato alla stesura dei testi, alle ricerche di documenti e di materiale
fotografico.
L’opera offre al lettore uno “spaccato” della storia di 45 anni di feste organizzate nei
comuni della Provincia, nei quartieri e nelle frazioni di Reggio.
Una storia inevitabilmente intrecciata con i cambiamenti economici, politici e
culturali della società reggiana.

1983: Berlinguer parla alla festa de l’Unità del Campovolo


ANNA TONELLI è un studiosa di storia politica e sociale con particolare riferimento
alla cultura popolare. Tra le sue pubblicazioni più recenti: “Falce e tortello. Storia
politica e sociale delle Feste dell’Unità
”, Laterza.
VANNI CODELUPPI è uno studioso dei fenomeni comunicativi dei consumi, dei media
e della cultura di massa. Tra le sue pubblicazioni più recenti: “Ligaland. Il mondo di
Luciano Ligabue”, Mimesis; “Vetrinizzazione. Individui e società in scena” BollatiBoringhieri.
MAURIZIO LANDINI: il segretario generale della Cgil è stato un dirigente sindacale di primo piano nella provincia di
Reggio Emilia, segretario provinciale e regionale della Fiom.
Negli anni Ottanta ha contribuito alla realizzazione delle feste dell’Unità comunali di
San Polo d’Enza.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *