Hascisc ed eroina per arrotondare il reddito di cittadinanza
Disoccupato cinquantenne arrestato a Correggio

9/10/2021 – All’anagrafe disoccupato e per questo percettore del reddito di cittadinanza ma di fatto, secondo le risultanze investigative dei carabinieri di Correggio, molto attivo nella compravendita di sostanze stupefacenti.

Per questi motivi i carabinieri della stazione di Correggio nella tarda serata del 6 ottobre, all’esito positivo di una perquisizione domiciliare, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti hanno arrestato un cinquantenne abitante nella cittadina. A lui i militari hanno sequestrato oltre 130 grammi di hascisc, 6 circa di eroina, 4 bilancini di precisione e il telefono cellulare.

La droga sequestrata a Correggio

L’uomo è anche accusato del reato di minacce a pubblico ufficiale avendo durante la perquisizione minacciato di morte i militari impegnati nell’operazione.

Nella tarda serata del 6 ottobre scorso i carabinieri correggesi, insospettiti dal viv vai registrato in casa dell’uomo, si sono presentati nella sua abitazione e l’anno perquisita: Risultato: 131 grammi di hascisc e 5.9 di eroina nascosti in diversi capi d’abbigliamento. Oltre allo stupefacente veniva rinvenuto materiale utilizzato per la preparazione ed il confezionamento delle dosi tra cui 4 bilancini, due coltelli con residui di hascisc nonché ritagli di buste di plastica, impiegate per il confezionamento delle singole dosi. All’atto del rinvenimento della droga l’uomo iniziava ad avere un atteggiamento aggressivo nei confronti dei militari, minacciandoli di morte. Alla luce di quanto accertato il 50enne veniva arrestato ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura reggiana. A fine settembre nei guai era finito il figlio, trovato in possesso di una decina di dosi di hascisc occultate in un borsello. Era stato denunciato per lo stesso reato per il quale il padre l’altra sera è stato arrestato.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *