“Condanno le violenze di destra e di sinistra, e vorrei che lo facessero tutti
Non criminalizzare chi protesta pacificamente

DI ALBERTO BIZZOCCHI*

Alberto Bizzocchi

12/10/2021 – Parto dal presupposto che l’odio e la violenza vadano punite a prescindere da qualsiasi orientamento politico.
Prendere le distanze da gruppi sovversivi è un atto dovuto, proprio per questo motivo ci tengo a rinnovare tutta la mia solidarietà e del partito che rappresento in questo consesso verso la CGIL, visti i fatti recentemente accaduti.
Questi soggetti Vanno sicuramente identificati e perseguiti, come devono essere condannati e allontanati tutti coloro che, per odio verso le istituzioni si inseriscono in manifestazioni con il solo intento di danneggiare le città, colpire i luoghi  simbolo della Repubblica, spargere odio senza nessuna motivazione.

Per questo io condanno, e vorrei lo facessero tutte le forze politiche, sia quelli che sono atteggiamenti squadristi, estremisti, sia di destra che di sinistra, che si basano su ideologie che, voglio ricordare, sono state condannate dal parlamento europeo nel settembre 2019. A quello mi rifaccio: ciò che inneggia all’autoritarismo va condannato senza se e senza ma.

Fratelli d’Italia lo ha fatto convintamente allora e lo fa oggi. Il partito che rappresento si definisce patriota e come tale difende l’identità dello Stato e le sue istituzioni da ogni attacco.
Come vanno identificate e perseguite a 360° tutte le violenze di ogni matrice, partendo dagli ordini del giorno che parlano di fascismo, ma arrivando anche agli anarchici e i centri sociali. La violenza va punita a prescindere, basta semplicemente condannare questi atti indecenti commessi dalle organizzazioni che si siano rese responsabili di violenze e devastazione. Posso dire che a Milano e Torino docet, insegnano infatti che la violenza non ha una sola matrice ma molteplici e come tali vanno prese le dovute distanze. 

Maurizio Landini, leader della Cgil all’assemblea straordinaria dopol’assalto


Attenzione però a non confondere questo attacco fatto da soggetti orbitanti in un equilibrio scomposto,  per poi rivolgersi contro le persone oneste e pacifiche, persone che hanno manifestato semplicemente contro provvedimenti del governo e contro il green pass. Non dimentichiamoci che è sale della democrazia il dissenso e il diritto di protesta fatto in maniera ordinata e rispettosa. 
Voglio ricordare ai benpensanti, ai nostri governatori nazionali che alla manifestazione del 9 ottobre a Roma, erano presenti migliaia di commercianti, artigiani, ristoratori e lavoratori in genere accompagnate addirittura dalle proprie famiglie, che erano ben lontani dalla violenza, che hanno pacificamente manifestato il loro malessere in sit in durante tutta la pandemia. Queste categorie hanno sempre dimostrato lontananza dall’eversione.


Bologna: Salvini preso d’assalto da militanti dei centri sociali

Tutto questo è passato sottotraccia, questo atto di democrazia dimostrato dal popolo, è stato macchiato da un gruppo di delinquenti che non meritano alcuna comprensione e benevolenza o semplicemente alcuna tolleranza visto l’atto di violenza perpetrato.
Sostanzialmente un foglio bianco già macchiato, per quanto possano essere scritte belle cose, alla fine deve essere gettato perché impresentabile, perché questa macchia fatta da inqualificabili esaltati rende vano il sacrificio di decine di migliaia di persone che hanno deciso di manifestare pacificamente piuttosto che vivere quel giorno la propria famiglia o trascorrere quella giornata in un posto più piacevole.
Per questo, concludo, condannando ogni forma di violenza, ribadendo, lo voglio sottolineare, da patriota la mia solidarietà piena alle istituzioni dello Stato, sindacato e polizia compresi.
*Vice Coordinatore Regionale Emilia Romagna Fratelli d’Italia 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.