Chiesa reggiana
Camisasca nomina una donna alla guida del cammino sinodale
E’ Giorgia Pinelli, docente universitaria

2/10/2021 – Sarà una donna a guidare il cammino sinodale della chiesa reggiana: un lungo periodo di incontri, riflessioni, di studio e discussione aperto a fedeli e non credenti, che impegnerà la chiesa cattolica a livello mondiale sino al 2025 che avrà per tema  Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione.

Il vescovo Massimo Camisasca, con un proprio decreto, ha nominato presidente del cammino sinodale reggiano la professoressa Giorgia Pinelli, scrittrice, ricercatrice dell’universo giovanile, docente di filosofia e pedagogia all’università di Bologna e alla facoltà teologica dell’Emilia-Romagna. Sarà alla guida di un gruppo di lavoro composto da laici, consacrati e sacerdoti e affiancata dai vicepresidenti don Pietro Adani e don Stefano Borghi.

Giorgia Pinelli

Il primo anno del cammino sinodale sarà inaugurato in tutto il mondo, e anche nella Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla, il prossimo 17 ottobre. Sarà scandito – fa sapere la Diocesi – da tre fasi correlate: narrativa (2021-23), sapienziale (2023-24) e profetica (2024-25).

Camisasca con un gruppo di bambini

“Per non disperderci in mille strade – aveva detto il vescovo durante il pontificale in Ghiara dell’8 settembre – decideremo alcuni luoghi privilegiati in cui ascoltare le attese che credenti e non credenti hanno nei confronti della Chiesa” . Nei prossimi mesi ed entro il mese di marzo 2022 il Collegio di presidenza attiverà un percorso dedicato all’ascolto di alcuni ambiti privilegiati: i giovani, gli studenti universitari, i carcerati, le giovani famiglie, gli immigrati, il mondo della salute.

Se dunque sarà monsignor Camisasca a inaugurare il cammino diocesano, tuttavia non è certo per quanto tempo sarà lui a seguirlo e indirizzarlo. Fra i prelati più noti del Paese, scrittore prolifico, amico di scrittori, intellettuali, artisti e giornalisti, voce autorevole di Comunione e Liberazione, oltre che fondatore della Fraternità Sacerdotale San Carlo Borromeo, Camisasca compirà 75 anni il prossimo 3 novembre. E come vuole il diritto canonico, da quella data sarà dimissionario dalla sede episcopale di Reggio Emilia. Verrà sostituito nel giro di pochi mesi, oppure il Papa deciderà di prorogargli la missione per uno o due anni? Non è dato di saperlo, e molto dipenderà anche dalle porte romane che potrebbero spalancarsi per il vescovo teologo e scrittore. Di certo – ha detto Camisasca alla messa della Polizia – “sono nelle mani del Papa“.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.