I carabinieri pattugliano il Popol Giost
Chiuso bar di via Roma, espulsi due tunisini, controllate 100 persone

17/10/2021Pusher, sbandati, vandali e ubriachi nel mirino di una straordinaria attività di controlli eseguita, anche su segnalazioni dei cittadini,  nel centro storico dai carabinieri reggiani nel quadrilatero del Popol Giost compreso tra le vie Padre Angelo Secchi, Via Roma, Via Ferrari Bonini e Via Nobili. In tale contesto i carabinieri della compagnia di Reggio Emilia nella tarda serata di venerdì  e sino a tarda notte, in linea con l’indirizzo dato dal comandante provinciale di Reggio Emilia colonnello Andrea Milani,  hanno battuto il “quadrilatero” con l’ausilio dei colleghi del Nas e di operatori dell’ Ausl di Reggio Emilia. Nel corso di un ispezione igienico sanitaria di un bar i carabinieri hanno accertato precarie condizioni igieniche nei vari ambienti di lavoro e la preparazione di cibi cotti in assenza delle prescritte autorizzazioni. Sul momento sono state contestate alla titolare sanzioni per 2.000 euro, mentre ieri mattina il personale del Dipartimento Sanità Pubblica dell’Ausl ha notificava alla barista il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale. 

I controlli dei Carabinieri in via Roma

Sempre durante i conttrolli dei carabinieni, due tunisini clandestini, entrambi di 20 anni, sono fermati in via Nobili ed avviati per le procedure di espulsione. Un cittadino egiziano di 25 anni è stato segnalato come assuntore alla Prefetturo: in via Secchio lo hanno sorpreso con un grammo di hascisc. Complessivamente un centinaio sono state le persone controllate. Al vaglio dei carabinieri anche la situazione di alcuni appartamenti dove  sono stati individuati alcuni stranieri che non sono stati in grado di fornire i contratti d’affitto.. I controlli proseguiranno in maniera costante nei prossimi mesi – fanno sapere i Carabinieri – al fine di restituire la dovuta soglia di sicurezza all’area ricadente nel centro storico.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *