Un giorno storico per Reggio Emilia
Concluso lo sgombero delle ex-Reggiane

10/9/2021 – Lo sgombero delle ex-Reggiane è stato completato, e sono iniziati i lavori di tamponamento e “parziale demolizione” dei capannoni abbandonati. L’annuncio in un comunicato diramato dalla prefettura di Reggio Emilia alle 18, a conclusione di una giornata che ha visto impegnati sin dall’alba centinaia di operatori e militari delle forze dell’ordine: operazione preparata da giorni e scattata -sotto il coordinamento del Questore Ferrari e con l’intervento decisivo del prefetto Iolanda Rolli, che ha imposto il blitz – in base alle direttive del ministero dell’Interno e a un’ordinanza di sgombero e messa in sicurezza dell’area firmata dsl sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi.

Polizia alle ex- Reggiane

IL COMUNICATO DI FINE GIORNATA DELLA PREFETTURA

“Centinaia di unità della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanna e della Polizia Locale, coordinate dal Questore di Reggio Emilia, Giuseppe Ferrari, sono state impegnate in una importante e incisiva operazione che ha consentito di sgomberare l’intero sito industriale dismesso dell’Ex Officine Reggiane, occupato abusivamente.

Una macchina organizzativa massiccia che ha richiesto una pianificazione complessa, svolta sotto la guida del Prefetto di Reggio Emilia, Iolanda Rolli, che ha sempre presieduto il Tavolo tecnico istituito ad hoc presso la prefettura, nonchè un lungo impegno operativo protrattosi dall’alba di questa mattina.

Imprese all’opera alle ex-Reggiane

Il Comune, che nell’inerzia della proprietà è intervenuto direttamente, ha avviato le operazioni di muratura, messa in sicurezza e parziale abbattimento dei numerosi capannoni in stato di abbandono ivi ubicati, appena gli occupanti, seguiti dalla Caritas e dai Servizi sociali, hanno lasciato gli edifici in esecuzione di apposita ordinanza contingibile e urgente, adottata ai sensi dell’art. 54 del TUEL (testo unico enti locali, ndr).

“Le attività sinergiche di polizia, carabinieri, vigili del fuoco, polizia locale e Amministrazione Comunale hanno consentito di recuperare l’area Ex Officine Reggiane del comune di Reggio Emilia, utilizzata da anni da numerosi cittadini stranieri come ricovero di fortuna. Il tema era da tempo all’attenzione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che nelle more dell’intervento definitivo, aveva individuato misure transitorie di intervento, sia in termini disicurezza dell’area che riguardo lo stato di avanzamento delle attività propedeutiche alla bonifica del sito.

Il prefetto Iolanda Rolli

Il buon esito dell’intervento riempie disoddisfazione tutti i componenti del Comitato provinciale e del Tavolo tecnico”, così ha commentato il Prefetto al termine di giornate di intenso impegno.

L’operazione rientra nell’ambito delle iniziative volte al ripristino della legalità sul territorio provinciale e si inserisce all’interno di un percorso condiviso, coordinato dal Prefetto secondo direttive del ministero dell’Interno.

“Voglio esprimere il mio più sentito apprezzamento e ringraziamento alle forze di polizia – ha dichiarato ancora il prefetto Rolli – per l’intenso lavoro svolto in questi giorni con attenzione e sensibilità, che ha consentito di portare a termine le operazioni senza conseguenze perl’ordine e la sicurezza pubblica. Un forte ringraziamento va anche al Comune di Reggio emilia, che ha attivamente operato con disponibilità e competenza, reperendo sistemazioni alloggiative per gli occupanti etutelando le situazioni di fragilità sociale”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *