Un altro regalino della giunta Vecchi
500 firme per fermare la mega antenna di via Terrachini
Depositata mozione popolare



12/9/2021“Nessun passaggio è stato condiviso con la cittadinanza e nessun processo partecipativo ha portato alla luce questo progetto edilizio così impattante”. Con tale motivazione i cittadini dei quartieri Ospizio e Mirabello, a Reggio Emilia, hanno raccolto tra fine agosto e inizio settembre oltre 500 firme, vidimate dal consigliere comunale Dario De Lucia, in calce a una mozione di proposta popolare da discutere in consiglio comunale “per capire meglio e ragionare con calma del perché proprio in una zona così sensibile e di passaggio come la rotonda di Via Terrachini il Comune voglia installare un’antenna alta 45 metri.

Il tema era stato già sollevato pubblicamente dall’associazione Reggio Civitas questa estate. ora sono state depositate le firme in Comune per iniziare l’iter che porterà alla discussione dei cittadini prima in commissione e poi in Sala del Tricolore.

Si legge dal documento: “Nessun cittadino è contrario al diritto alla comunicazione, si esprimono seri dubbi e perplessità sui modi, l’impatto sul quartiere del manufatto oltre che alla salute. Non sono resi noti al quartiere ad esempio i pareri di ARPAE, AUSL e Servizio Pianificazione del Comune.  Le perplessità e i dubbi andrebbero colmati con il confronto e una vera partecipazione che non può completarsi con qualche volantino affisso dal Comune che chiede di mandare pareri via PEC tra il 28 Luglio e il 28 Agosto….”

Via Terrachini, la zona dell’antenna



Se approvato il documento impegna il Sindaco a non realizzare nessuna opera fino a quando l’amministrazione comunale non individuerà uno o più siti alternativi per l’installazione che rappresenti una soluzione accettabile per i residenti del quartiere: si chiede un processo partecipato per capire e decidere la migliore soluzione per questo manufatto. Si chiede inoltre di realizzare una campagna di monitoraggio continua su l’inquinamento elettromagnetico nel quartiere. Si pungola anche il Comune – sottolinea De Lucia – a realizzare quanto promesso nell’aprile 2021, ossia a redigere un Piano Antenne Comunale che tenga conto del rapporto con la cittadinanza e di momenti digitali e fisici dove confrontarsi quando si tratta di nuove installazioni radio base oltre ad aggiornare il regolamento per l’installazione.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *