Reggiana smagliante al Braglia
Il pari con Modena è troppo stretto
L’esordiente Neglia entra e segna subito. Palo di Rosafio

DI PAOLO COMASTRI

7/9/2021 – L’attesissimo derby del Secchia tra Modena e Reggiana finisce in parità, 1 – 1 e racconta che la Reggiana ha dominato ma talento e davvero bel gioco non sono bastati per quello che doveva essere il, legittimo, bottino pieno dei granata.

Un pareggio che se accontenta i canarini di certo lasciA un po’ di amaro in bocca alla Reggiana; infatti il campo in questo posticipo della seconda giornata di campionato ha detto che il temutissimo super Modena di Attilio Tesser è davvero ancora molto lontano dall’essere una squadra ammazza campionato, mentre è apparsa molto più bella e concreta la Reggiana, peraltro con ancora enormi margini di miglioramento.

Ma andiamo nei dettagli.

All’inizio meglio il Modena, che con un cross dalla destra mette in difficoltà la retroguardia granata, ma la palla fortunatamente sfila fuori.

Poi squillo di Radrezza: il sinistro viene deviato e Gagno è attento.

Al 10’ e 30’’ si presenta un problema all’impianto di illuminazione del “Braglia”, e il gioco riprende dopo 4’.

“Rientra” meglio la Reggiana, che va in crescendo dal 30’.

Prima due brividi: al 21’ Marotta spaventa i granata con una gran rovesciata su assist col cucchiaio di Tremolada, e dopo con Ogunseye che dopo un liscio di Cauz, il cross è sempre di Tremolada, non impatta al meglio, sbilanciato.

Dalla mezz’ora sale in cattedra Rosafio: prima il sinistro da fuori sfiora letteralmente di qualche centimetro l’incrocio dei pali, sarebbe stato davvero un eurogol, e poco dopo nuovo tentativo, sempre da fuori e sempre di sinistro, ma stavolta è alto. A ridosso del 45’ Gagno rischia di fare la frittata per ben due volte: prima buca un’uscita, con Zamparo che, defilato, col destro non trova la porta, e poi perde un’altra palla ma per sua fortuna la Reggiana non riesce a concludere.

Al 44’ la migliore occasione granata, ancora con Rosafio e ancora col mancino: dopo una grande serpentina, il numero 7 spara e coglie il palo esterno.

Il calcio è brutale a volte, ed ecco che a 20’’ dall’intervallo Tremolada inventa un cross perfetto per Ogunseye che sguscia tra Rozzio e Cauz e da pochi passi buca Venturi di testa.

Nella ripresa è la Reggiana a fare la partita, alla ricerca del gol del pari. Ci prova Guglielmotti al 54’, ma il sinistro da buona posizione è impreciso. Il tempo passa e non cambia il copione, col Modena che ogni tanto riparte, e mentre la Reggiana con pazienza cerca di perforare la difesa di casa.

La svolta al 73’: calcio di punizione, e nell’interruzione entrano Cigarini e Neglia (all’esordio).

Cigarini batte la punizione, la difesa libera malamente con la palla che finisce, al limite dell’area, proprio sui piedi di Neglia che controlla e dal limite realizza il gol del pari con un gran destro, forte e preciso; è 1-1.

Il gol spegne di fatto la gara, con le due squadre che tra stanchezza e prudenza non riescono ad avvicinarsi seriamente al possibile 2-1.

IL TABELLINO

MODENA – REGGIANA 1-1 finale

Reti: Ogunseye (M) al 49’pt, Neglia (R) al 27’st.

Modena (4-3-1-2): Gagno, Ponsi, Pergreffi, Ingegneri, Armellino (30’st Duca), Marotta (40’st Azzi), Ogunseye, Ciofani (7’st Maggioni), Gerli, Scarsella, Tremolada (30’st Mosti). A disposizione: Narciso, Rabiu, Bonfanti, Minesso, Duca, Giovannini, Di Paola, Spaggiari, Baroni. Allenatore: Tesser.

Reggiana (3-4-1-2): Venturi, Contessa (19’st Anastasio), Rozzio, Rossi (26’st Cigarini), Rosafio (19’st Scappini), Luciano, Radrezza, Del Pinto (10’st Sciaudone), Zamparo, Cauz, Guglielmotti (26’st Neglia). A disposizione: Voltolini, Camigliano, Sorrentino, Libutti, Laezza, Lanini, Muroni. Allenatore: Diana.

Arbitro: Paride Tremolada di Pisa (assistenti Riccardo Vitali di Brescia e Massimo Salvalaglio di Legnano). Quarto uomo Claudo Panettella di Gallarate.

Note – Ammoniti: Contessa (R) al 28’pt per fallo su Ciofani; Marotta (M) all’11’st per fallo su Luciani; Sciaudone (R) al 34’st; Cigarini al 44’st per fallo a centrocampo. Settemila spettatori. Sono 1300 i tifosi della Reggiana al Braglia. Partita sospesa all’11’ del primo tempo per un problema all’impianto di illuminazione. Partita ripresa al 15′. Recupero: 4′ primo tempo, 4′ secondo tempo. Angoli: 1-0 primo tempo, 1-1 finale.

La classifica dopo due giornate: Pescara 6; Siena, Reggiana, Cesena, Gubbio 4; Imolese, Olbia, Ancona, Montevarchi, Entella, Lucchese 3; Pontedera, Grosseto, Modena 2; Fermana, Pistoiese, Carrarese, Teramo, Viterbese, Vis Pesaro 1.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *