Ragazzine ubriache: nei guai due esercenti di Albinea e di Bagnolo

7/9/2021 -Superacolici alle ragazzine: denunciati dai Carabinieri i titolari e una dipendente di due esercizi pubblici di Albinea eBagnolo in Piano. I fatti risalgono a luglio e ad agosto, e oggi al termine degli accertamenti soino scattate le denunce alla Procura della Repubblica.

Movida ad Albinea

Ad Albinea, a metà agosto, durante la movida più cool del reggiano, due giovanissime, entrambe minori di 15 anni, hanno tracannato superalcolici sino a sentirsi male. Una è finita al Santa Maria NUova al limite del coma etilico (poi dimessa senza conseguenze). Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri della stazione di Albinea che, congiuntamente al personale della Polizia Municipale dell’Unione Colline Matildiche, avevano in corso uno specifico servizio di vigilanza sulla movida. Nei guai il titolare dellocale e una dipendente, segnalati alla magistratura per il reato di somministrazione di bevande alcoliche a minori o infermi di mente. A carico del titolare sono partite anche le segnalazioni per gli eventuali provvedimenti di carattere amm,nistrativo.

A Bagnolo invece, nel mese di luglio si è sentita male una minorenne di nemmeno 16 anni: era con due amiche in un bar del paese e si è messa a bere Cuba libre (coca e rum) sino a stare male e riducendosi a in stato confusionale a causa della quantità di alcol ingerita. Soccorsa dai sanitari, è potuta torare a casa, salvo l’indomani presentarsi ai Carabinieri della Stazione di Bagnolo in Piano insieme alla mamma per denunciare l’accaduto. Imilitari hano accertato che la titolare del bar, una ragazzadi 23 anni residente a Bagnolo, aveva venduto superalcolici alle tre adolescenti senza accertarsi della loro reale età. Anche a suo carico è scattata la denuncia per il reato di somministrazione di alcolici a minori o a infermi di mente.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *