Poviglio: evade di domiciliari per andare a rubare nel paese del commissario Montalbano
Albanese arrestato nel ragusano

12/9/2021 – Arrestato con un complice in provincia di Parma dai carabinieri per il tentato furto di circa 5 quintali di rame e ottone trafugati dall’interno di un container di un cantiere della linea ferroviaria Parma – Milano, era ai domiciliari dal 17 aprile scorso, giorno successivo all’arresto, dalla fidanzata a Poviglio. Il 29 aprile 2021, era stato condannato in primo grado a 8 mesi di reclusione e 400 euro di multa. Il 18 giugno i carabinieri del nucleo radiomobile di Guastalla durante un controllo accertavano che l’uomo, un cittadino albanese di 31 anni, era evaso rendendosi irreperibile. Dal 9 luglio era ricercato in tutto il territorio nazionale in base all’ordine di carcerazione spiccato dal Tribunale di Reggio Emilia.

La città di Scicli, set del commissario Montalbano

Nel tardo pomeriggio di ieri le ricerche si sono concluse grazie ai carabinieri del ragusano, precisamente quelli della Tenenza di Sicli, che hanno arrestato il ricercato nell’ambito di un’indagine avviata a seguito del furto in un bar dell’incantevole città siciliana diventata celebre come set del commissario Montalbano

In particolare i carabinieri di Scicli coadiuvati dai colleghi del nucleo radiomobile della compagnia di Modica, dopo aver identificato nel 31enne e in un suo complice gli autori del furto di una macchina cambia monete asportata da un bar, hanno individuato la casa dei due ladri e nel corso di una perquisizione hanno trovato la macchina cambia monete rubata. Nel contesto del provvedimento di carcerazione emesso dal Tribunale reggiano, l’albanese evaso è stato arrestato e condotto nel carcere di Ragusa.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *