Festa abusiva con mille ragazzi
al Parco Lido di San Polo
Locale subito chiuso, organizzatore denunciato

29/9/2021 – I Carabinieri hanno interrotto una festa da ballo con un migliaio di giovani al Parco Lido di San Polo d’Enza. Festa in disco priva di autorizzazioni e in spregio totale alle norme sul distanziamento, organizzata da un intraprendente giovane di 27 anni di Quattro Castella, denunciato alla Procura di Reggio Emilia. Il Parco Lido è stato chiuso per cinque giorni.

L’organizzatore dell’evento aveva previsto proprio tutto: inviti, pubblicità e diffusione della notizia tramite i social. Tuttavia gli mancavano le prescritte autorizzazioni, e non si era minimamente preoccupato dei limiti imposti dalla normativa anti-Covid.

È successo domenica notte. I Carabinieri della stazione di San Polo sono intervenuti al Parco Lido dopo aver ricevuto la segnalazione di una festa da ballo in corso. Sul posto i militari hanno trovato una discoteca in piena attività con all’interno oltre 1000 giovani assiepati.

Immediata la sospensione di ogni attività vista, tra l’altro, la carenza di ogni indicazione attualmente prevista per gli esercizi pubblici, quali ad esempio il numero massimo di persone a cui è consentito l’accesso e le verifiche sul possesso del green pass. Verificata la situazione, i Carabinieri di San Polo d’Enza, hanno proceduto quindi ad identificare il responsabile dell’evento, denunciato all’Autorità Giudiziaria di Reggio Emilia per l’apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo e sanzionato per un importo complessivo di 1.200 euro, per le violazioni alle norme Covid, oltre alla chiusura del locale per 5 giorni.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.