Assurda violenza a Cadelbosco
Beve con un anziano, poi gli taglia il collo

1/9/2021 – Momenti di assurda violenza ieri mattina a Cadelbosco Sopra: un giovane complice probabilmente ubriaco ha aggredito alle spalle un anziano, col quale poco prima aveva bevuto un bicchiere di vino in un bar del paese. Prima l’ha ferito al collo con una lametta, poi una volta a terra lo ha preso a calci fino al deciso intervento di alcuni cittadini, che hanno chiamato il 112.  I Carabinieri in forza alla radiomobile di Guastalla e alla stazione di Gattatico intervenuti sul posto sono stati a loro volta minacciati, offesi e aggrediti dal giovane che ha cercato di colpirli con pugni e calci sino a quando è stato bloccato, ammanettato e condotto in caserma.

Con le accuse di lesioni personali aggravate, resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, è finito in manette un uomo di 27 anni mentre l’anziano aggredito, che ha 72 anni, in ospedale è stato curato per una ferita di arma da taglio con prognosi di 10 giorni. Illesi i carabinieri che, allertati dal 112, si erano precipitati in via Monsignor Saccani a venendo fermati da uomo che segnalava appunto il ferimento di un anziano da parte di un giovane. All’anziano, trovato con lividi, sanguinante e in stato di choc,  venivano assicurati i soccorsi attraverso il 118 mentre i militari guastallesi con i colleghi di Gattatico, nel frattempo giunti in ausilio, si indirizzavano verso un giovane indicato come l’aggressore. Questi, alla vista dei militari, ha perso definitivamente le staffe spintonando con violenza i quattro gli operanti, col contorno di minacce e insulti. Ammanettato e condotto a fatica in caserma, mentre continuava a scalciare,  veniva perquisito nel marsupio aveva la lametta per rasoio da barba con tracce di sangue. Da qui l’arresto: oggi comparirà davanti al giudice di Reggio Emilia.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *