Addio allo scienziato Ercole Cavalieri
pioniere mondiale della ricerca sul cancro

23/9/2021 – Il professor Ercole Cavalieri, pioniere della ricerca sulla prevenzione e la cura del cancro, è morto a Omaha, in Nebraska, dove viveva da oltre 50 anni e dove aveva portato avanti gli studi che lo hanno reso famoso in tutto il mondo. Aveva compiuto 84 anni. E’ spirato nella sua casa sul lago, a causa dei problemi di salute che lo affliggevano da tempo. Ercole Cavalieri era originario di Campagnola: sino a tre anni fa non aveva mancato di venire d’estate dai famigliari e di trascorrere un periodo di vacanza nella riviera adriatica.

Ercole Cavalieri

Autore di centinaia di pubblicazioni scientifiche, non era un medico, ma un chimico, collaboratore in gioventù del premio Nobel Melvin Calvin, che lo spronò a dedicarsi agli studi sulle origini del cancro. Il suo approccio nella ricerca gli aveva permesso di raggiungere traguardi ai quali altri non erano mai arrivati.

Negli anni Novanta, insieme alla sua principale collaboratrice Eleanor Rogan, aveva scoperto, dimostrandola per via chimica, come gli scompensi del matabolismo degli ormoni estrogeni erano il passo iniziale verso numerose forme di tumre. Dalì aveva proseguito con successo la ricerca sulle sostanze in grado di bloccare sul nascere il meccanismo perverso che porta alle neoplasie, sino alla scoperta che sostanze come resveratrolo e N-Acetilcisteina sono molto più di semplici antiossidanti, bensì salvavita in grado di mettere l’organismo umano al riparo da numerose forme di cancro, o di rallentare patologie neurologiche come il morbo di Parkinson.

Ercole Cavalieri in una confereenza nel mantovano, alcuni anni fa

Il professor Cavalieri ha sempre parlato con chiarezza di prevenzione, tuttavia in questi anni non sono mancati i casi di remissione di tumori conclamati (anche se, va specificato, non sono mai stati attivati, e non per colpa dello scienziato di Campagnola, i necessari protocolli sperimentali sull’uomo). E’ vero comunque che sono ormai migliaia gli studi, gli articoli scientifici e i protocolli di ricerca a livello mondiale sull’efficacia del resveratrolo e della Nec, sostanze che, fra l’altro, oggi vengono indicate dall’Istituto di Medicina Funzionale Usa in un elenco ristretto per la prevenzione e nella cura del Covid.

E mentre la ricerca genetica va confermando negli ultimi tempi la giustezza delle conclusioni alle quali Cavalieri era arrivato già trent’anni fa, il Resveratrolo viene assunto da milioni di persone in tutto il mondo. Si può dire senza tema di smentita che molte persone devono la vita alle sue intuizioni e suoi studi.

Eleanor Rogan, Roberto Solimè (in piedi) e Ercole Cavalieri a Lubiana

Non basteranno grandi lapidi e busti bronzei per onorarne la memoria e immortalare i suoi meriti.

Cavalieri è stato un benefattore dell’umanità che ha sacrificato tutto per la ricerca sul cancro , senza mai nulla chiedere, e senza ricevere in vita i riconoscimenti che invece gli erano dovuti, forse anche per la sua santa ostinazione a difendere l’indipendenza della ricerca. Forse anche perchè era stato il consulente dell’Unione europea nell’epica causa che portò a vietare l’esportazione di carne agli estrogeni dagli Usa nei paesi Cee. Ma se non ha avuto la soddisfazione di vedere le sperimentazioni su vasta scala da lui invocate per lungo tempo, nondimeno il suo contributo fondamentale oggi è riconosciuto in un numero crescente di centri di ricerca e ospedali di tutto il mondo. E di questo va riconosciuto il merito anche a chi ha continuato a promuovere e a diffondere i suoi studi, come Roberto Solimè, titolare dei laboratori erboristici di Cavriago, rimasto in contatto col professor Cavalieri sino all’ultimo.

La salma dello scienziato sarà tumulata a Campagnola, per decisione della famiglia, una volta concluse le lunghe e macchinose procedure per il rientro in Italia.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Roberto Solimè Rispondi

    25/09/2021 alle 17:48

    Mio caro Ercole, caro amico,
    trascorso quando ci siamo conosciuti abbiamo un periodo speciale,
    sentivamo di stare bene insieme, condividere le Tue ricerche logiche,
    la Tua immensa cultura e saggezza nell’attesa di TANTO MERITO….
    “MAI ARRIVATO” AL GRANDE BENEFATTORE DELL’UMANITA’, che Sei stato e lo sarai per sempre Ti porto nel mio cuore, grazie per l’insegnamento ricevuto.

    Tuo Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *