A 19 anni spacciatore di cocaina
Ragazzo albanese fermato a Scandiano con 17 dosi pronte e 1.400 euro

1/9/2021 – Prima di fermarsi all’alt di polizia, intimato da una pattuglia dei carabinieri in via Mazzini a Scandiano, ha lanciato una scatoletta dal finestrino dell’auto. Un gesto che, per quanto rapido, non è passato inosservato ai militari, che hanno subito recuperato il contenitore: dentro c’erano 17 dosi già confezionate di cocaina, in totale 12 grammi. L’automobilista alla “coca” è un ragazzo albanese di 19 anni, una vera promessa dello spaccio pesante: nel portafoglio aveva ben 1.400 euro in banconote di vario taglio. Somma che i carabinieri della Tenenza di Scandiano ritengono provento dell’illecita attività, anche alla luce del fatto che il ragazzo è nullatenente e disoccupato, parlando di lavori onesti.

Per questo il 19enne, in Italia senza fissa dimora e incensurato, è stato denunciato alla Procura di Reggio Emilia con l’accusa di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La cocaina e i contanti sequestrati al ragazzo albanese

I FATTI

Ieri poco dopo le 19.30 una pattuglia dei carabinieri di Scandiano, durante un servizio del controllo del territorio, lungo via Mazzini ha intimato l’alt alla Fiat Bravo condotta dal giovane albanese. Il conducente prima di fermarsi gettava dal finestrino un contenitore di plastica che successivamente recuperato dai carabinieri, risultava contenere 17 dosi termosaldate di cocaina. Alla luce i quanto emerso il giovane, identificato in un19enne albanese, veniva sottoposto a perquisizione personale estesa anche al veicolo. Nel portafoglio i militari rinvenivano 1.400 euro in contanti in banconote di vario taglio, sequestrate in quanto ritenute provento dell’illecita attività di spaccio anche in considerazione del fatto che lo stesso giovane non risulta espletare alcuna attività lavorativa regolarmente retribuita. Accertati i fatti il giovane, nel frattempo condotto in caserma., veniva denunciato alla Procura reggiana.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *