Terribile morte di un’operaia incastrata nella macchina fustellatrice
La donna, originaria del Marocco, aveva una bambina di 4 anni

da Ansa.it (ph. Francesco Vecchi)

3/8/2021 – Terribile incidente sul lavoro questa mattina alla Bombonette, azienda specializzata in packaging alimentare che ha sede in via Panaria a Camposanto, in provincia di Modena.

Laila El Harim (da Facebook)

Una donna di quarant’anni è morta alle 8,30 incastrata in una grossa macchina fustellatrice. L’operaia di chiamava Laila El Harim, cittadina italiana di origini marocchine, e viveva a Bastiglia. Lascia una figlioletta di 4 anni e il compagno. Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco e i sanitari del 118, ma per la lavoratrice non c’era più nulla da fare.

I carabinieri e il Dipartimento di medicina e sicurezza del lavoro sono intervenuti per gli accertamenti volti a ricostruire la dinamica della tragedia. Dinamica che non ha lasciato scampo alla vittima, prossima a compiere ki 41 anni: nonostante gli immediati tentativi dei colleghi di liberarla, e poi dei paramedici del 118 intervenuti con i vigili del fuoco, per lei non c’è stato nulla da fare. Troppo gravi i traumi riportati nella parte superiore del corpo. 

Be Sociable, Share!

1 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *