Spaccio nel parcheggio del supermercato: in manette ragazzo siciliano
Nella Mercedes mille euro e mezzo etto di marijuana

22/8/2021 – Dalla base operativa ricavata nei parcheggi del supermercato Conad di via Pariati a Reggio Emilia gestiva un remunerativo spaccio di droga destinato ai clienti che dopo averlo contatto lo raggiungevano nella sua “postazione di lavoro” per concretizzare le transazioni illegali. A scoprirlo i carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia che, forti di quanto osservato nel corso dell’attività ricognitiva del controllo del territorio, ieri pomeriggio hanno messo le manette ai polsi del pusher. Con l’accusa di detenzione e spaccio di eroina è finito dentro un 21enne nativo della provincia di Ragusa e residente a Reggio Emilia, pregiudicato per reati specifici, ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura reggiana, titolare dell’indagine.

La perquisizione dell’auto

L’attività ha portato al sequestro di oltre mezzo etto di marjuana, un bilancino di precisione e danaro contante ritenuto provento dello spaccio. Ieri pomeriggio, quando il giovane ha visto i carabinieri arrivare nel parcheggio del Conad, ha accelerato il passo ed è entrato nella sua Mercedes A 160, evidentemente per filarsela. tuttavia i militari lo hanno raggiunto e bloccato in tempo. Nella perquisizione che ne è seguita, sotto un sedile della Mercedes veniva rinvenuta una busta con 56 grammi di marjuana, più un’altra dose di due grammi sotto il sedile anteriore lato guida unitamente a una busta in cellophane vuota con residui di marijuana e un bilancino di precisione. Nel bracciolo porta oggetti oltre un migliaio di euro in banconote di vario taglio. Acquisti tali elementi il 21enne veniva condotto in caserma ed arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Domani mattina l’uomo comparirà davanti al tribunale di Reggio Emilia per rispondere delle accuse contestategli.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *