Si era intestato 145 auto, ma le usavano professionisti di furti e rapine
Denuncia e megamulta di 78 mila euro per faccendiere di Scandiano

10/8/2021 – Al registro automobilistico risultava proprietario di ben 145 autovetture di tutte le marche e modelli. Ma di quella flotta da multinazionale non ne utilizzava nemmeno una , secondo alle risultanze investigative dei carabinieri della tenenza di Scandiano,

A utilizzare le macchine erano prevalentemente dei pregiudicati, per commettere reati. A scoprirlo i carabinieri della Tenenza del distretto ceramico che a conclusione di mirate indagini hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Reggio Emilia un 39enne residente a Scandiano, ritenuto responsabile dei reati di falsità ideologica commessa da privato in atti pubblici e truffa continuata ai danni dello stato. All’uomo i carabinieri hanno contestato 78.880 euro di multe al codice della strada per l’intestazione fittizia di ben 145 autovetture, segnalate alla Motorizzazione per la successiva cancellazione dal Pubblico registro per intestazione fittizia.

Le indagini, finalizzate al contrasto del fenomeno dei cosiddetti prestanomi, hanno accertato che il 39enne abitante a Scandiano dal 2016, aveva costituito una ditta individuale intestandosi fittiziamente 145 veicoli poi ceduti a terze persone, profssionisti di furti, rapine e altri reati, senza perfezionare alcun passaggio di proprietà, rendendo perciò difficoltosa la loro identificazione. Inoltre, avvalendosi della partita IVA legata alla sua ditta individuale, usufruiva indebitamente di agevolazioni fiscali ed esenzioni per la compravendita dei veicoli. Per questi fatti l’uomo veniva quindi denunciato e sanzionato con verbali al codice della strada per 78.880 euro.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *