“Sgombrare subito le ex-Reggiane, garantire la sicurezza in via Agosti”
“Le famiglie manderanno i figli ad allenarsi altrove”

22/8/2021Ex-Reggiane, l’area va sgombrata subito. E’ la richiesta avanzata dalla deputata reggiana Benedetta Fiorini, dopo che il Comitato “Ascoltare Santa Croce”, dopo le ultime rapine, ha affisso dei cartelli in via Agosti, anche in inglese, all’ingresso della terra di nessuno delle ex-Reggiane: “Attenzione, inizio zona pericolosa. Rischio aggressioni, furti e vendita droga“.

Fiorini da mesi punta il dito sull’immobilismo del sindaco Vecchi e della sua Giunta, ma ora la situazione appare davvero a un punto di non ritorno.

“Ho più volte chiesto al sindaco Luca Vecchi di intervenire e di ascoltare le proposte della Lega e dell’opposizione, ma ha sempre respinto qualsiasi tipo di richiesta anche in consiglio Comunale – dichiara la deputata della Lega – Il risultato della sua fallimentare azione di governo della città e del mancato coinvolgimento di tutte le forze politiche in Consiglio nel contrasto alla delinquenza e al degrado è ormai davanti agli occhi di tutti. 

Il Comune si vanta degli interventi di carattere sociale o della raccolta dei rifiuti tra i capannoni del degrado. Il problema più serio è la violenza che cova in quei giacigli di fortuna. E’ significativa e condivisibile l’iniziativa di chi vive nel quartiere di Santa Croce di avere apposto cartelli che indicano il pericolo. Serve lo sgombero dell’area. Non domani, non a fine anno, oggi. Quell’area deve tornare alla sicurezza.

Bisogna restituire tranquillità e dignità agli abitanti del quartiere Santa Croce”. 


Sul tema interviene anche il coordinatore provinciale di FdI, Alessandro Aragona, che parla di situazione insostenibile davanti ai campi sportivi di via Agosti e sollecita il Comune a intervenire per “garantire legalità e sicurezza sul posto, ormai impraticabile per i reggiani e i giovani che vogliono giocare a calcio”.

“Davanti ai campi da calcio di via Agosti le criticità sono insostenibili e impediscono un sereno svolgimento delle attività sportive – sottolinea – Criminalità, spaccio a cielo aperto, individui in evidente stato di alterazione, tentativi di irruzione e furti negli spogliatoi: stiamo elencando solo alcuni dei fatti che avvengono nella via. Ancora oggi, senza un reale controllo delle ex Reggiane e presidio di via Agosti, la situazione sta diventando invivibile per i ragazzi che si allenano nei campi e per i loro accompagnatori. Dalla scorsa settimana le giovanili della Reggiana hanno ricominciato ad allenarsi, e presto anche gli under 17 e 16 torneranno a giocare. Dopo dovrebbero iniziare anche le attività sportive dei ragazzi dai 12 ai 14 anni. Come Fratelli d’Italia ci preoccupa la criminalità indisturbata che prosegue nella via senza che il Comune batta ciglio. Già in passato si sono verificati tentativi di introdursi negli impianti e di furto sia nelle auto che negli spogliatoi. Oltre a ciò, gli sbandati provenienti dalle ex Reggiane, in evidente stato di alterazione, provano frequentemente ad avvicinarsi ai campi e lo spaccio di sostanze stupefacenti continua indisturbato, davanti agli occhi di tutti. Queste problematiche continuano da anni senza che nessuno dell’amministrazione si sia attivato per garantire un presidio costante del territorio e per ridare sicurezza alle mamme e ai nonni che accompagnano i ragazzi. Molti ragazzi devono fare il tratto dalla stazione ai campi a piedi dato che non hanno la possibilità di essere accompagnati” Aragona avverte: ” Il rischio è che le famiglie decidano di sospendere le attività sportive o di mandare i ragazzi ad allenarsi altrove. Ci chiediamo se per il Comune sia realmente una priorità garantire sicurezza e se veramente all’amministrazione interessi quanto accade nella zona, convalidati dal fatto che ancora non sono stati rinnovati i contratti per l’affitto dei campi tra il Comune e la società sportiva”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *