Semestrale Iren, la cassa sorride : ricavi oltre 2 mld (+9,8%), utile netto 193 mln (+45,6)
Indebitamento stabile a 2,96 miliardi
Nuovo piano industriale a novembre

4/8/2021 – Buoni risultati della semestrale Iren, con un balzo dei ricavi che superano i 2 miliardi di euro salendo a 2005 mln (+9.8% rispetto al 30 giugno scorso) grazie anche a ripresa di molte attività economiche (in particolare i ristoranti), e realizzano un utile netto di gruppo a 193 mln (+45,6%). L’indebitamento finanziario netto resta elevato, ma stabile rispetto al primo semestre 2020: 2 miliardi 959 milioni (0.3% in più) grazie,sottolionea Iren, “a una robusta generazione di cassa” che fra l’altro permette di pagare i dividendi, pari a 149 milioni di euro, senza ricorrere a ulteriori debiti o anticipazioni. . Il nuovo a.d. Gianni Armani ha annunciato per il prossimo novembre la presentazione del nuovo piano industriale del gruppo Iren.

Il Margine Operativo Lordo (Ebitda) è a 517 milioni di euro (+9,3% rispetto a 473 milioni di euro al30/6/2020) e il risultato operativo (Ebit) è pari a 251 milioni di euro (+8,3% rispetto a 232 milioni di euro del primo semestre precedente”.

Iren in una nota parla di “risultati dei priimi in crescita per Iren supportati da tutte le aree di business in cui è attivo il Gruppo e sostenuti dal contributo positivo dal consolidamento di I.Blu (riciclo plastica) e Unieco (discariche, trattamento rifiuti)”.

“In particolare, la dinamica del Margine Operativo Lordo è stata caratterizzata da un miglioramento dello scenario energetico e da un andamento climatico favorevole, fattori che, unitamente alle operazioni di ampliamento del perimetro di consolidamento, hanno consentito di assorbire gli effetti negativi della pandemia da Covid-19 pari a 6 milioni di euro”.

INDEBITAMENTO

“L’Indebitamento Finanziario Netto al 30 giugno 2021 è pari a 2.958,6 milioni di euro, sostanzialmente allineato rispetto al dato del 31 dicembre 2020 (2.949,6 milioni). Complessivamente, l’indebitamento finanziario netto cresce del 0,3% in quanto la robusta generazione di cassa copre l’elevato livello degli investimenti, il cash out per l’acquisizione del 20% di Futura e il consolidamento del debito relativo, paria 25 milioni di euro, e il pagamento dei dividendi pari a 149 milioni di euro. Si segnala inoltre il contributo positivo della variazione del fair value degli strumenti derivati di copertura dal rischio tasso
e commodity.

Nel pewriodo Iren ha acquisito 30 mila nuovi clienti  nei settori energetici, che hanno superato 1,9 milioni di clienti. La raccolta differenziata è in crescita a oltre il 69% e “l’intensità carbonica in calo pari a 312g CO2/KWh”.

Gianni Vittorio Armani

“I risultati raggiunti in questo primo semestre del 2021 – sottolinea il nuovo amministratore delegato Gianni Armani – evidenziano la solidità e la resilienza di un Gruppo in cui tutti i settori nei quali è attivo apportano una marginalità positiva. Tali caratteristiche, congiuntamente con l’incrementato livello di investimenti, sono state alla base della velocità di ripresa e della capacità di procedere verso gli obiettivi prefissati. Impegni, che verranno resi ancora più sfidanti nel Piano Industriale che presenteremo a novembre 2021. Grazie al sostegno apportato dagli ottimi risultati raggiunti in questo semestre, è possibile migliorare la guidance dei principali indicatori economico-finanziari del 2021.”

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *