Rapina ai portavalori Coopservice del GrandEmilia: due arresti a Napoli e Foggia

31/8/2021 – I carabinieri di Modena, insieme ai colleghi di Napoli e Foggia, hanno arrestato, ieri sera, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip, due persone accusate della rapina a mano armata commessa ai danni di un portavalori di Coopservice il 20 gennaio del 2020, all’esterno del centro commerciale GrandEmilia di Modena. I due, individuati nel Foggiano e nel Napoletano, sono accusati anche di porto illegale di armi e ricettazione.

    Il giorno del colpo, una squadra Coopservice, incaricata di raccogliere l’incasso del centro commerciale, venne aggredita da tre rapinatori armati (due con un fucili a pompa) e con il volto coperto da passamontagna, che rubarono 150mila euro e la pistola di una delle guardie giurate. Il mezzo blindato con una delle guardie riuscì poi ad allontanarsi dal luogo della rapina.

Le armi sequestrate

Grazie all’analisi delle telecamere di sorveglianza, gli accertamenti ai caselli autostradali e quelli dei tabulati telefonici, i carabinieri di Modena, coordinati dalla Procura, sono riusciti a raccogliere gravi indizi a carico di due dei tre indagati. Importante per le indagini è stato inoltre l’arresto in flagranza di uno dei rapinatori, avvenuto nel marzo 2020 a Torino, dopo che quest’ultimo era scappato a un controllo: nell’auto fermata sono stati trovati, tra le altre cose, un giubbotto antiproiettile, fucili a pompa, targhe clonate e chiodi a tre punte. Gli investigatori hanno deciso di intervenire e bloccare gli indagati dopo aver scoperto che uno dei due a breve si sarebbe imbarcato su una nave da crociera in partenza dal porto di Napoli.

FONTE: ANSA.IT
   

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *