Mescolini di nuovo sotto inchiesta disciplinare
“Ora aspetto le scuse di Vecchi, Delrio e del Pd reggiano”

DI MARCO EBOLI*

Marco Eboli

21/8/2021 – L’ex Procuratore della Repubblica di Reggio Emilia Marco Mescolini è sottoposto, da inizio estate, a procedimento disciplinare, per iniziativa del Pg Giovanni Salvi, a causa delle chat intercose con l’ex giudice Palamara, al fine di ottenere, cosa che avvenne, con pressanti messaggi a quest’ultimo, la carica di capo della nostra Procura della Repubblica.

Proprio un anno fa, esattamente il 13 agosto del 2020, inviai al Procuratore Mescolini una lettera aperta nella quale partendo proprio da questi messaggi ed anche per comportamenti anomali su indagini relative a dirigenti comunali, lo invitavo alle dimissioni. Mescolini mi rispose che non aveva mai esercitato pressioni per ottenere la nomina. Quattro Pm presentarono, dopo poco. un esposto al Csm per denunciare alcuni comportamenti, ritenuti non consoni, da parte di Mescolini.

Quando scrissi la lettera aperta, vari esponenti del Pd, tra i primi il Sindaco Vecchi (attualmente indagato) e l’ex Ministro delle Infrastrutture Delrio (ai tempi del crollo del Ponte Morandi a Genova), mi accusarono di attacco alla Magistratura.

Nel febbraio 2021 il Plenum del Csm, all’unanimità, ha deciso il trasferimento del Procuratore Mescolini per incompatibilità ambientale, dimostrando, con i fatti, di non ritenere adeguati al ruolo ricoperto i suoi comportamenti.

Ora l’apertura di un’ azione disciplinare nei confronti dell’ex Procuratore di Reggio Emilia, è una ulteriore tegola sul suo percorso professionale e la dimostrazione che la limpidezza che avrebbe dovuto avere nella conduzione del suo incarico vengono messi in serio dubbio.

Il Pd, baldanzoso e inquisitore, nei miei confronti, tace, sin dai tempi del trasferimento del dottor Mescolini.

L’ex procuratore Marco Mescolini

Se in casa Pd albergasse un minimo di onestà intellettuale mi dovrebbero chiedere scusa, in quanto, i fatti, le decisioni del Csm dimostrano che io, in quando rappresentate di FdI, non avevo attaccato la magistratura sollevando quesiti su Mescolini, il quale invece è accusato, proprio dal Csm di essere stato troppo vicino al Pd.

A sei mesi dal trasferimento del dottor Mescolini non si hanno notizie dell’esito del suo ricorso al Tar per contestare il  trasferimento e pesa, sulla nostra città, la mancata nomina, ad oggi, di un nuovo Procuratore della Repubblica. L’auspicio che formulo, da cittadino, è che ciò avvenga al più presto e che, almeno, il futuro Procuratore non abbia nel suo curriculum una esperienza di collaborazione con un qualsiasi Governo, perché chi esercita l’azione giudiziaria deve essere, agli occhi dei cittadini, indipendente dalla politica.

*Portavoce Fratelli d’Italia Comune di Reggio Emilia

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Carlo Menozzi Rispondi

    22/08/2021 alle 07:06

    Complimenti dott. Eboli. Avanti così. Anche se, il verbo scusarsi, non si trova nel vocabolario in uso al pd.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *