Guerra ai No Vax: sospesi dal lavoro
nove operatori sanitari Ausl

Guerra ai No Vax: l’Ausl di Reggio Emilia ha annunciato la sospensione dal lavoro di nove dipendenti del servizio sanitario non vaccinati. E’ il primo provvedimento in applicazione del decreto Draghi del 1° Aprile, e altri ne seguiranno.

“In esito all’avvenuto accertamento, l’Azienda Usl di Reggio Emilia, nella persona del Direttore Generale Cristina Marchesi, ha disposto i primi 9 provvedimenti di sospensione dal servizio per altrettanti operatori sanitari non vaccinati operanti in azienda – scrive l’azienda sanitaria pubblica reggiana – Il DL 44 del 1 aprile 2021, convertito dalla legge 76 del 28 maggio, impone all’art. 4 l’obbligo di vaccinazione per gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario (assistenti tecnici di studio odontoiatrico, oss, e massofisioterapisti).

La norma prevede passaggi formali di accertamento dello stato vaccinale che l’Azienda USL ha affidato al Dipartimento di Sanità Pubblica, che sta completando i necessari approfondimenti. Le prime lettere di accertamento del mancato rispetto dell’obbligo vaccinale sono state notificate nella giornata di oggi via PEC2.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Guerra ai No Vax: sospesi dal lavoro
nove operatori sanitari Ausl

  1. Grecale Rispondi

    10/08/2021 alle 09:08

    Magari Persone (con la maiuscola) che si sono prodigate allo sfinimento in questa narrarazione ‘pandemica’. Magari Persone che hanno fatto di tutto per fare applicare, insieme ai Medici (con la maiuscola) protocolli di cura idonei ad affrontare i primi periodi della malattia, magari Individui (con la maiuscola) che hanno conservato in sè una coscienza critica e una volontà ferma di chiarimento e consapevolezza delle cose.

    “Ma sì…estinguiamoli questi sfigati non allineati, questi ignoranti che non seguono la ‘scienza’ e la collettività, questi ‘disumani’ privi di senso civico…”.

    Invece? Meglio morire che contaminarsi.

  2. Particella di sodio Rispondi

    10/08/2021 alle 12:53

    E’ questo che si intende per Guerra ai no Vax? Colleghi lavoratori sospesi per aver rifiutato l’unica sperimentale cura valutata efficace.
    Ogni altra comparazione con possibili altri metodi di contrasto al virus risultano inesistenti proprio perchè si vogliono appunto evitare le comparazioni.

    Mi sembra consono sospendere queste teste disfunzionali, infatti questa mancanza è molto più grave di altri comportamenti e mal costumi che nel Nostro (E’ancora nostro?) paese Italia affliggono la pubblica amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *