Evade dai domiciliari per farsi un panino: pusher nigeriano rispedito in carcere

7/8/2021 – Arrestato per evasione lo spacciatore nigeriano di 28 anni preso l’11 maggio con eroina e cocaina in casa, nel corso di un’operazione scaturita dai controlli a tappeto in zona stazione a Reggio Emilia.

Ai domiciliari in casa della fidanzata, in via Turri, non ha resistito al richiamo di un bigmac, nonostante il divieto di uscire e di comunicare con chicchessia: quando giovedì pomeriggio sono arrivati i carabinieri per un controllo di routine, in casa non c’era: lo hanno rintracciato nei pressi del Mc Donald di via Emilia Ospizio. Il 18 maggio il gip gli aveva concesso i domiciliari, ora è in carcere a Modena.

Il nigeriano, clandestino in Italia, era finito in manette per stupefacenti tre mesi fa nel corso di un “arresto ritardato” operto dalla Squadra Mobile. Prima era stato pedinato e da via Vecchi fino al parcheggio dell’ex Polveriera, dove era stato visto consegnare una dose di droga a una nota consumatrice reggiana. La decisione di non arrestarlo subito era stata dettata dalla volontà di individuarne il domicilio e ricostruire il giro di spaccio. Così l’11 maggio, infatti, la polizia giudiziaria ha individuato l’appartamento occupato dal 28enne, in via Turri. Durante la perquisizione erano stati trovati 11 grammi di eroina e numerose dosi di cocaina pronte per lo spaccio. L’uomo era stato arrestato e condotto nel carcere di Modena.

Il pusher nigeriano all’opera filmato dalla Squadra Mobile

Dopo una settimana vista la disponibilità della fidanzata ad ospitarlo, il 28enne era stato scarcerato e posto agli arresti domiciliari. Ieri però l’illecita condotta accertata dai carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia che poco dopo le 16.30 effettuavano un controllo accertando ‘assenza del 28enne, come peraltro riferito dalla fidanzata. I militari si ponevano alle ricerche dell’uomo rintracciato lungo via Emilia Ospizio a reggio Emilia nelle vicinanze del Mc Donald dove veniva fermato e arrestato per il reato di evasione.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *