Casalgrande, marocchino dà di matto: spacca i cartelli della caserma dei Carabinieri

3/8/2021 – Era stato soccorso dai carabinieri di Casalgrande  lo scorso 23 luglio che lo avevano trovato in via Canale in stato confusionale e con delle lesioni al braccio sinistro. Nella circostanza era stato richiesto l’intervento del personale medico del 118 che trasportavano l’uomo in ospedale dove veniva ricoverato con l’invito a presentarsi in caserma all’atto delle dimissioni.

Nel primo pomeriggio di ieri l’uomo, un 34enne marocchino in Italia senza fissa dimora e censito per precedenti di reati contro il patrimonio e la persona, si presentava in Caserma durante l’ orario di chiusura. Iniziava a suonare ripetutamente e con insistenza il citofono, ricevendo indicazioni dall’operatore del 112 sugli orari di apertura al pubblico.

Aquel punto il marocchino ha perso la bussola e ha cominciato a prendere a calci il cancello d’ingresso della stazione carabinieri. Quindi staccava, rompendo i ganci, il cartello degli orari di accesso al pubblico lanciandolo nel cortile della caserma.

Successivamente si spostava nella parte posteriore dell’edificio, urlando e calciando la recinzione sino a raggiungere l’accesso pedonale staccando e rendendolo inservibile un altro cartello delle indicazioni sull’accesso agli uffici, lanciando le straffe di aggancio facendole sbattere contro una delle vetrate. Quindi l’intervento dei carabinieri di Casalgrande che sono riusciti a riportare l’uomo alla calma e, in caserma, lo hanno denunciato alla procura reggiana con l’accusa di danneggiamento.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *