Zona stazione, nuovo arresto della Mobile
In manette rapinatore seriale gambiano: clandestino, viveva indisturbato alle ex-Reggiane

27/7/2021 – Eccezionale impegno delle forze dell’ordine e della Questura di Reggio Emilia nella mission impossible di bonificare nelle zone limitrofe alla stazione storica e Piazzale Europa, Via Agosti, Via Veneri, Viale Ramazzini, Via Cassala, oltre all’area prossima alle ex-Reggiane.

Nella giornata di ieri la presenza a ciclo continuo degli agenti della Polizia di Stato e della Polizia Municipale ha permesso di controllare praticamente tutte le persone che, a vario titolo, sono transitate in quell’area

E ieri sera nuovo arresto operato dalla Squadra Mobile, che ha eseguito un fermo di  polizia giudiziaria a carico di un un giovane di 23 anni africano del Gambia, uno nei tanti bravi ragazzi, clandestini in Italia, che vivono tranquillamente nei ruderi delle Ex Reggiane.

Il gambiano, con diversi precedenti di polizia per rapina e reati contro il patrimonio e irregolare sul territorio nazionale, è ritenuto l’autore di una rapina consumata martedì sera in Viale Ramazzini a danno di un cittadino extracomunitario aggredito, minacciato e rapinato del denaro e del telefono cellulare. Al presunto autore della rapina gli investigatori della Questura sono arrivati dall’anbalisi delle immagini delle telecamere di videosorveglianza.

 L’africano è sottoposto a ulteriori accertamenti relativi ad altre rapine consumate nella stessa zona tra giugno e luglio.

Sembra che la sua specialità fosse di attirare le vittime offrendo loro della droga, in modo da avvicinarle e comodamente rapinarle. Il giudice, su richiesta della Procura, ha disposto per lui la custodia cautelare in carcere.

I servizi di controllo del territorio – fa sapere la Questura – “continueranno incessantemente al fine di assicurare una concreta risposta alle istanze di sicurezza dei cittadini che, nell’ultimo periodo, hanno avuto la percezione di un aumento dei reati di rapina e spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto nelle ore serali e notturne”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *