Un nuovo tricolore per la torre civica: è secondo per grandezza solo a quello del Quirinale
Dono del negozio Bizzocchi al comune di Reggio

Finalmente sarà sostituito il glorioso quando malconcio tricolore che sventola faticosamente sulla torre del Bordello.

Questa mattina il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi ha ricevuto in dono da Beatrice Borelli, titolare dello storico negozio “Bizzocchi” diarticoli religiosi e libri, una bandiera Tricolore da ia esposizione esterna, che sarà posizionata nei prossimi giorni appuntosulla Torre civica in sostituzione di quella attuale, pesantemente danneggiata dagli agenti atmosferici e che il comune non ha mai provveduto a sostituire.

“Si tratta di una bandiera di grandi dimensioni – fa sapere il Municipio – di 3 metri di larghezza e 4,50 di lunghezza, seconda per grandezza solo a quella che svetta sul Torrino del Quirinale, realizzata in stamina di poliestere (lo stesso usato dalla Marina Militare), rinforzato negli angoli per resistere tenacemente ai poderosi colpi di vento che dovrà subire, a 51 metri di altezza.

La consegna del nuovo Tricolore

“Si tratta di un bellissimo gesto – ha detto il sindaco Luca Vecchi – che testimonia l’idea di una città che si prende cura di se stessa e dei suoi beni, e in questo caso del simbolo più importante che ci rappresenta, quel Tricolore che è nato qui a Reggio Emilia e che è poi diventato emblema di un intero Paese, che rappresenta un simbolo di civiltà, diritti e uguaglianza per tutti i cittadini”.

“Sono felice di poter regalare la bandiera Tricolore alla città direttamente nelle mani del sindaco Luca Vecchi – ha detto Beatrice Borelli – L’idea era nata durante il periodo di lock down come augurio e simbolo di ripartenza. Caricata di sfumature meno drammatiche, oggi si spera che porti fortuna anche alla Nazionale impegnata negli Europei di calcio. Ho sempre visto il sindaco omaggiare del Primo Tricolore gli illustri ospiti in visita, ma nessuno ha mai pensato di donarne una al Comune: mi auguro che questo gesto possa essere rinnovato anche da altri cittadini che hanno a cuore la propria città”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *