Spacciatore nigeriano preso nel sottopasso della stazione
Clandestino, è in Italia da sette anni senza lavorare

24/7/2021 – Anche ieri nuovi pattuglioni a Reggio Emilia, disposti dal Questore, che hanno interessato ancora una volta le zone limitrofe alla stazione storica e Piazzale Europa e la zona delle ex -Reggiane.

L’attività è stata caratterizzata dall’identificazione di 26 persone, di cui 13 stranieri, 7 veicoli controllati, 5 contravvenzioni al codice della strada e 4 esercizi commerciali controllati senza rilevare alcuna anomalia.

Nel corso di questi controlli, nuovo colpo alla rete dello spaccio da parte degli agenti sotto copertura della Squadra Mobile che hanno rintracciato e arrestato un nigeriano di 25 anni, da sette anni in Italia ma clandestino (privo di permesso di soggiorno), senza fissa dimora e on robusti precedenti di polizia per reati inerenti lo spaccio di stupefacenti.

Era appena arrivato in trono da Bologna, e lo hanno fermato nel sottopassaggio ciclopedonale che collega la stazione storica con via Turri e Piazzale Europa, sottopasso che oggi è stato chiuso e transennato all’imbocco di piazzale Europa. Sono sette anni che il nigeriano è in Italia e non lavora, quindi è privo di reddito, tuttavia aveva due cellulari che servivano per gestire il giro di spaccio.

L’arrestato – precisa via Dante – è attualmente a disposizione della Procura della Repubblica di Reggio Emilia”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *