Saman, richiesta di rogatoria al Pakistan per la cattura dei genitori
Ricerche, a Novellara anche gruppo di archeologi e i cani della polizia tedesca

5/7/2021 – La Procura di Reggio Emilia ha inoltrato la richiesta di rogatoria al Pakistan per il mandato di cattura internazionale nei confronti dei genitori di Saman Abbas. È stato formalizzato l’iter che prevede l’arresto di Shabbar Abbas e Nazia Shaheen, padre e madre della ragazza pachistana di 18 anni, scomparsa a Novellare la notte del 1° maggio, e su cui la Procura reggiana indaga per omicidio premeditato, con ricerche in corso nelle campagne novellaresi da quasi due mesi. I due sono fuggiti in Pakistan il primo maggio, poche ore dopo la scomparsa di Saman. Di omicidio premeditato aggravato sono accusati oltre ai genitori, anche lo zio Hasnain e due cugini (uno, Ikram Jiaz, è l’unico attualmente in carcere).

Continuano le ricerche nelle serre, nei casolari e nei fossi delle campagne novellaresi di Villa Reatino: da oggi sono nella zona anche quattro unità cinofile della polizia tedesca, già utilizzate per trovare i corpi dei coniugi Neumair in Aldo Adige.

Intanto un gruppo di archeologi di Milano si è offerto di collaborare alle ricerche. Un aiuto accettato dai carabinieri del comando provinciale di Reggio Emilia – guidati dal colonnello Cristiano Desideri – impegnati senza sosta e in condizioni non facili nelle indagini sul campo.

I
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *