Mega rissa al Lido Po di Boretto
Daspo urbano per 6 giovani: ingresso vietato nei locali pubblici

26/7/2021 – Sei provvedimenti di Daspo urbano, con divieto assoluto di entrare in bar, ristoranti, discoteche e distese dalle 19 della sera, nei confronti di altrettanti giovani protagonisti della mega rissa nel parcheggio del Life Lido Po di Boretto che ha coinvolto una ventina di persone nella notte del 4 luglio.

Il questore Ferrari

Li ha emanati il questore di Reggio Emilia Giuseppe Ferrari nei confronti dei due arrestati, entrambi di Castelnovo Sotto, che avevano reagito con violenza all’intervento dei carabinieri, e alti 4 giovani intervenuti nella baraonda, scoppiata a quanto sembra per motivi risibili. Il Daspo vale tutti i giorni della settimana, e le violazioni vengono punite con la reclusione da sei mesi a due anni e la multa da 8 mila a 20 mila euro. Per i due arrestati, ritenuti responsabili dell’aggressione agli uomini dell’Arma che tentavano di far smettere le due opposte fazioni, il divieto vale per tutto il territorio della provincia di Reggio Emilia. Per gli altri quattro, con durata tra gli 8 e i 12 mesi, è limitato ai locali del comune di Boretto.

I carabinieri, pur nettamente inferiori di numero, si erano frapposti tra i due gruppi nel tentativo di sedare gli animi e con tutte le cautele del caso, visto fra i contendenti c’era anche una ragazza incinta. Ma i facinorosi, anziché obbedire all’invito a disperdersi si sono avventati contro i militari, prima con minacce e poi con spinte e calci sino a quando gli spray al peperoncino non li hanno costretti a disperdersi. I due castellesi, raggiunti e arrestati, dovranno rispondere in Tribunale di violenza, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Gli altri quattro di rissa aggravata.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *