Frodi informatiche, attenti al trojan Zeus
Bonifico dirottato, hacker denunciato
Colpo ai danni di azienda reggiana

31/7/2021 – Un hacker del lato oscuro, specializzato in frodi informatiche, è riuscito a entrare nel sistema informatico di un’azienda reggiana e tramite l’invio di mail contenenti un virus (il trojan Zeus), si è impossessato delle credenziali di accesso dell’home banking aziendale. In questo modo era riuscito a dirottare una transazione pari a un migliaio di euro da un istituto assicurativo, a cui era invece diretta, al suo conto corrente bancari. L’operazione non è andata a buon fine in quanto la banca dell’azienda presa di mira, rilevando l’intrusione, ha bloccato allertando l’azienda colpita e permettendo così al titolare, un imprenditore di 70 anni, di denunciare il fatto ai carabinieri di Reggio Emilia Santa Croce . I quali a seguito delle indagini, hanno deferito per frode informatica alla Procura della Repubblica un furbastro di 45 anni, residente a Bari.

L’imprenditore, legale rappresentante di un’azienda del capoluogo reggiano, nel mese di marzo del corrente anni dovendo procedere al pagamento di un premio assicurativo ha provveduto ad effettuare un bonifico di oltre 1.000 euro a favore di un istituto assicurativo. La transazione effettuato attraverso l’home banking veniva tuttavia bloccata dalla banca che si accorgeva che il bonifico era stato dirottato presso altro conto. Gli accertamenti bancari hanno portato i carabinieri sulle tracce del barese, peraltro gravato da specifici precedenti di polizia concernenti frodi informatiche compiute con l’identico modus operandi.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *