Focolaio Covid alle ex-Reggiane
Aimi: “Rintracciare i contagiati in fuga, non si scherza con la salute delle gente”
E rilancia sull’esercito in zona stazione

10/7/2021 – “Con la salute della gente non si scherza: bisogna rintracciare gli stranieri delle ex-Reggiane contagiati dal Covid, che sono fuggiti dall’albergo dove erano in isolamento”. E “bisogna dispiegare l’esercito in zona stazione a Reggio Emilia“. Lo afferma il senatore Enrico Aimi, commissario regionale di Forza Italia, dopo la scoperta del focolaio Covid nella terra di nessuno delle ex-Reggiane e della fuga di almeno tre stranieri positivi.

Scrive Aimi: “Come evidenziato nella mia interrogazione al Ministro dell’Interno di alcuni mesi fa occorre ripristinare ordine e legalità nell’area delle ex Officine Reggiane e dispiegare l’esercito in zona stazione per contrastare caos e degrado. Questo non è il momento della polemiche ma della assunzione di responsabilità da parte di tutte le istituzioni, a partire dal sindaco, garante peraltro della tutela della salute pubblica”.

“La scoperta di un focolaio di Covid 19 all’ex Reggiane ha allertato le autorità sanitarie che hanno così trasferito i contagiati in un hotel – afferma ancora il politico azzurro – Sembra che alcuni stranieri, per timore di essere espulsi in quanto irregolari sul territorio nazionale, siano fuggiti dall’albergo forse per nascondersi nuovamente nelle ex Reggiane. Ancora peggio sarebbe se fossero liberi di circolare ovunque. Pertanto forze dell’ordine e operatori sanitari devono rintracciarli e collocarli in isolamento eventualmente nella Rems costruita nella periferia meridionale della città. Con la salute della gente non si scherza. Il modello di accoglienza reggiamo fa acqua da tutte le parti. Tra insicurezza personale e sanitaria non se ne può più.” 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *