“Esperimento finito, la racconta porta a porta a Scandiano è un fallimento

DI ANDREA FARIOLI*

26/7/2021 – “È ormai sotto gli occhi della popolazione scandianese che l’introduzione del porta a porta, come sistema per la raccolta rifiuti, ha portato più svantaggi che vantaggi.
Mentre nei primi mesi si potevano tollerare alcune imprecisioni, essendo appunto un sistema di raccolta in fase sperimentale, e perché l’amministrazione comunale rassicurava i cittadini che nel giro di poco tempo si sarebbero potuti osservare i risultati positivi dovuti al porta a porta. Ora a distanza di quasi due anni dall’inizio di questo sistema, non ci sono più scusanti.


La cosiddetta fase sperimentale è finita da mesi, però rimangono immutati i soliti ed evidenti problemi che questo sistema produce. Primo su tutti è il mancato ritiro dell’umido e dell’indifferenziato nelle periferie del Paese da parte degli operatori. Questa mancanza è sensibile come non mai in questo periodo dell’anno, dove i bidoni dell’umido con questo caldo emanano più che in altri mesi odori sgradevoli, e si possono osservare immagini disgustose.
Purtroppo le continue segnalazioni da parte dei cittadini, all’IREN o direttamente al comune, vengono per la maggior parte riposte nel dimenticatoio, e quindi senza risoluzione dei problemi.
Altro problema ovviamente è il decoro della città, in particolar modo del centro, nonchè lo svuotamento dei pattumi di carta e plastica.
Tutte queste situazioni ovviamente non hanno nulla a che vedere con l’inciviltà di alcune persone, che è indipendente dal sistema utilizzato. Questo però non toglie che la raccolta porta a porta rappresenta un fallimento dell’amministrazione comunale, e bisognerebbe provvedere ad un nuovo sistema o modificare l’attuale per fare in modo di scongiurare determinati inconvenienti. La raccolta differenziata è un tema centrale in questo periodo storico, e va attuata nel migliore dei modi, senza creare danni agli stessi cittadini che la applicano”.
* Circolo Don Carlo Terenziani – Fratelli d’Italia Scandiano

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *