Tentano di uccidere aquila reale
Salvata da intervento d’urgenza

21/6/2021 – Hanno tentato di uccidere uno splendido e raro esemplare di aquila reale nell’appennino reggiano. Il fatto è avenuto, fra l’altro in un periodo di assoluto divieto di caccia. E’ avvenuto a San Giovanni di Querciola, nel comune di Viano: il rapace è stato salvato da un intervento d’urgenza per l’estrazione di un grosso pallino da caccia da un’ala spezzata dalla fucilata. I bracconieri hanno cercato di impossessarsi dell’esemplare, un vero re della montagna reggiana, evidentemente per rivenderlo agli impagliatori.

L’aquila reale ferita dai bracconieri

Sul fatto indagano, al momento a carico di ignoti, i carabinieri della stazione forestale di Viano per i reati per i reati di  tentata uccisione, distruzione, cattura, prelievo, detenzione di esemplari di specie animali o vegetali selvatiche protette (art. 727 bis del Codice penale)  ed esercizio attività di caccia in periodo di divieto (art. 30 comma 1 lett. a) della legge 157/1992. I militari forestali hanno inoltrato alla Procura reggiana una dettagliata informativa di reato.

L’aquila reale convalescente
Radiografia all’ala ferita

E’ stato un cittadino, il 4 giugno, a segnalare il ferimento quasi mortale dell’esemplare di aquila reale (Aquila Chrysatos) -specie protetta e tutelata dalla direttiva europea per la conservazione degli uccelli selvatici. Il tentativo di uccisione, sempre stando a quanto accertato,  è avvenuto tra l’altro in periodo di assoluto divieto di caccia. A seguito dell’acquisizione del referto veterinario attestante il ferimento dell’animale mediante arma da fuoco, i carabinieri forestali della stazione di Viano hanno proceduto al sequestro probatorio del pallino da caccia in piombo rimosso dall’ala del rapace durante l’intervento d’urgenza, effettuato dal medico veterinario che ha salvato l’animale.

Be Sociable, Share!

4 risposte a Tentano di uccidere aquila reale
Salvata da intervento d’urgenza

  1. Air Force Rispondi

    21/06/2021 alle 18:05

    In Alto Adige l’anno passato hanno sparato ad una aquila reale e pure ai suoi due aquilotti nel nido.
    A quanto sembra non hanno neppure trovato il colpevole (o lo coprono).

    Io prego per l’estinzione di quelli che sparano, ovviamente.
    Di solito le mie preghiere vanno sempre a buon fine..

    La merda sta sempre dalla parte dell’umano, mai degli animali.

    • Fausto Poli Rispondi

      21/06/2021 alle 22:19

      Animalisti ? Meglio umanisti. Scrivere sulle tragedie umane, il perbenismo disinteressato lo affrontano gia’ dalle sezioni dei partiti politici. Proteggiamo noi stessi prima di tutto. Su la morte a Piacenza di quel manifestante, nulla ?

      • Zac Rispondi

        22/06/2021 alle 15:56

        Quale umanità? Mai esistita. Un mito per idealisti.

  2. Misura Rispondi

    21/06/2021 alle 18:07

    Avete già il cervello impagliato pertanto occupatevi di quello; certo un misero trofeo..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *