PREMIO BORCIANI
Il Trio Immersio , celebre ensemble viennese, ai Chiostri di S. Pietro
<Proveaperte al Valli: i quartetti in gara

9/6/2021 – Con le prove che quotidianamente si svolgono al Teatro Municipale Valli in questi giorni, la XII edizione del Concorso Internazionale per Quartetto d’Archi “Premio Paolo Borciani” è in pieno svolgimento.

Accanto alla competizione, ed è una delle novità di quest’anno, si svolgono alcuni concerti all’aperto:  come quello di mercoledì 9 giugno, ore 21.00, ai Chiostri di San Pietro, con il Trio Immersio, impegnato in un programma che accosta il Trio op. 70 n. 2 in mi bemolle maggiore di Beethoven e il Trio in la minore di Ravel.

Il trio Immersio

Un concerto, con il sostegno del Forum Austriaco di Cultura e con la rete Le Dimore del Quartetto, che vede all’opera uno dei migliori ensemble di musica da camera viennesi, con un’attività concertistica che ha toccato venti Paesi e quattro continenti, incluse tournée in Giappone, Stati Uniti, Canada, Messico, Tunisia. (info e prezzi su www.iteatri.re.it)

In questi giorni Reggio Emilia è dunque la capitale dei Quartetti d’archi, grazie al Concorso realizzata con il sostegno di MaxMara, exclusive partner del Concorso, con il contributo della Camera di Commercio di Reggio Emilia e la consulenza artistica di Francesco Filidei. Il Concorso, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna è #Plastic-freER, secondo il piano regionale per la riduzione dell’incidenza della plastica sull’ambiente.

Per accedere alle prove aperte al pubblico (calendario su www.iteatri.re.it) è necessaria la prenotazione obbligatoria in biglietteria e via mail a [email protected].

A termine di ogni prova, dalle 17.30 alle 20.30, ci si potrà fermare sotto al portico del Teatro Municipale per un aperitivo, in collaborazione con Cacio e Pepe e con i vini della Cantina Lusvardi. L’aperitivo (vino + assaggi 6 euro) è aperto a tutti coloro che, pubblico dei quartetti e non, vogliono ascoltare un po’ di musica e guardare la piazza da un’insolita prospettiva.

Al termine delle prove di sabato, la giuria si riunirà per annunciare nel tardo pomeriggio i nomi dei tre finalisti che domenica 13, dalle ore 18.00, si contenderanno i premi.

Streaming. Tutte le prove e la finale sono trasmesse in streaming sulla piattaforma Idagio, raggiungibile anche da www.premioborciani.it. Lo streaming è a cura del Centro Interateneo Edunova.

La giuria è presieduta da Emmanuel Hondré, direttore del Dipartimento Concerti e Spettacoli della Philharmonie de Paris. Ne fanno parte: Martin Beaver, violino del Tokyo String Quartet; Francesco Dillon, violoncello del Quartetto Prometeo; Anthea Kreston violino del Quartetto Artemis; Jana Kuss, violino del Quartetto Kuss; il pianista Alexander Lonquich e il violista Antoine Tamestit.

Nuova commissione per Quartetto d’Archi – Le quattro prove che stanno sostenendo i quartetti percorrono l’arco temporale che va dal Settecento al Contemporaneo e una “Carta Bianca” con improvvisazioni o performance a scelta. Tutti i partecipanti eseguiranno inoltre in prima assoluta UTA-ORI. Weaving Song for string quartet, la nuova commissione per Quartetto d’Archi che il Premio Paolo Borciani ha affidato a Toshio Hosokawa, tra i più rappresentativi e conosciuti autori del nostro tempo, formatosi a Berlino alla scuola di Isang Yun, oltre che profondo conoscitore della musica tradizionale giapponese.

Premi – Al primo classificato sarà assegnato un premio in denaro di € 25.000, i vincitori avranno una residenza artistica a Reggio Emilia nel corso della Stagione 2021-2022 e una tournée internazionale, coordinata daLorenzo Baldrighi Artists Management in collaborazione conKonzertdirektion Goette, Amburgo, per Germania, Austria e Svizzera; L’Agence, Parigi,
per la Francia; Ivy Artists, L’Aia, per Belgio, Olanda e Lussemburgo; Sulivan Sweetland, Londra, per il Regno Unito, che li porterà ad esibirsi nelle più prestigiose sale da concerto. Saranno inoltre assegnati il Secondo Premio di€ 10.000 (diecimila/00), il Terzo Premio di€ 5.000 (cinquemila/00), il Premio Speciale€ 3.000 (tremila/00) per la migliore esecuzione della nuova composizione per quartetto d’archi commissionata a Toshio Hosokawa, il Premio del Pubblico€ 2.000 (duemila/00), il Premio Under 20€ 1.000 (mille/00) e una borsa di studio dalla Jeunesses Musicales Deutschland. Tutti i dettagli sono contenuti nel bando di partecipazione.

Aggiornamenti in tempo reale con i social network – è possibile rimanere sempre aggiornati e seguire tutte le fasi del Concorso attraverso i canali social del Premio Borciani. Facebook, Instagram saranno i canali diretti sempre attivi: presentazioni dei partecipanti, interviste, brevi clip video, registrazioni audio saranno disponibili a tutti i fan e gli appassionati, per seguire quello che accade al Concorso in tempo reale. I contatti: FacebookInstagram#premiopaoloborciani #ppb2021 #stringscompetition

Rai Radio Tre si conferma media partner del Concorso.

In occasione della XII edizione del “Premio Paolo Borciani” si terrà al Teatro Valli di Reggio Emilia la 65° Assemblea generale della WFIMC, la Federazione Mondiale dei Concorsi Musicali Internazionali.

Il Concorso Internazionale per Quartetto d’Archi “Premio Paolo Borciani” è stato fondato nel 1987 per decisione unanime della Giunta Comunale di Reggio Emilia, in omaggio a Paolo Borciani (1922-1985), fondatore e primo violino del Quartetto Italiano. Il Premio è oggi diventato uno dei concorsi più importanti al mondo. Si svolge ogni tre anni al Teatro Municipale Valli di Reggio Emilia, promosso e organizzato dalla Fondazione I Teatri di Reggio Emilia. 

www.iteatri.re.it

____

I quartetti in gara

Quartetto ADELPHI Belgio/Spagna/Serbia/Germania

Fondato nel 2017 al Mozarteum di Salisburgo, nel 2020 vince il primo premio alla Irene Steels-Wilsing Foundation Competition e al Heidelberger Frühling String Quartet Festival. Igor Ozim, Benjamin Schmid, Rainer Schmidt, Thomas Riebl, Heinrich Schiff e Clemens Hagen sono tra i maestri che hanno guidato i quattro membri europei negli studi.

Quartetto AGATE Francia

Originari del sud della Francia, i membri del quartetto hanno trovato a Berlino l’ambiente ideale per la loro naturale curiosità. Nel 2016 fondano il CorsiClassic Festival. Al Conservatoire di Parigi si formano con Mathieu Herzog e Luc-Marie Aguera.


Quartetto ARETE Corea del Sud

Fondato nel settembre 2019, l’Arete Quartet supera all’unanimità l’audizione del Kumho Art Hall Young Chamber Concert nello stesso anno e debutta nel 2020 alla Kumho Art Hall Yonsei University. I loro concerti sono trasmessi dalla KBS music room Radio.

Quartetto BALOURDET Stati Uniti

Il Quartetto Balourdet, da Boston, è in residenza al New England Conservatory’s Professional String Quartet Program. Riceve nel 2020 la Medaglia d’oro alla Fischoff National Chamber Music Competition e nel 2019 il secondo premio alla Carl Nielsen International Chamber Music Competition.


Quartetto CHAOS Germania/Ungheria/Italia/Paesi Bassi

Nel 2020 vince il Premio Internazionale Vittorio Rimbotti e si distingue come “most convincing newcomer” nell’ambito del 65esimo Chamber Music Campus della Jeunesse Musicales International. Selezionato per l’European Chamber Music Master nel 2019, il quartetto si sta perfezionando con Johannes Meissl a Vienna, ed è stato invitato ad esibirsi all’Heidelberger Streichquartettfest del 2022.


Quartetto ELMIRE Francia

Fondato nel 2016, il quartetto vince il terzo premio alla Carl Nielsen International Chamber Music Competition nel 2019 e il premio speciale per la migliore interpretazione di un brano contemporaneo. Vince il secondo premio alla FNAPEC European Competition in Paris e il Premio Speciale “Adolfo Betti” al Concorso di Musica da Camera Virtuoso & Belcanto a Lucca.


Quartetto KARSKI Belgio/Polonia

Fondato in Belgio nel 2018, riceve Grand Prix e il Premio Speciale per gli alunni del Conservatorio Reale di Bruxelles al IV Concorso Internazionale Triomphe de l’Art a Bruxelles. Tra i loro mentori si annoverano David Waterman, Philippe Graffin e Amy Norrington. Dal 2019 il quartetto partecipa al programma String Quartet Studio presso il Royal Northern College of Music di Manchester.

Quartetto LEONKORO Germania

Il quartetto studia con Eckart Runge e Gregor Sigl all’Università delle Arti di Berlino ed entra a far parte dell’Istituto Internazionale di Musica da Camera di Madrid nella classe di Günter Pichler. Si forma inoltre con Alfred Brendel, Rainer Schmidt, Heime Müller, Oliver Wille e Luc-Marie Aguera. Nel 2019 vince il primo premio “Adolfo Betti” di Udine.

Quartetto MONA Francia/Germania/Israele/Stati Uniti  

Fondato nel 2018 al Conservatoire National Supérieur de Musique de Paris, il Quartetto si esibisce in luoghi parigini quali Pierre Boulez Hall, Petit Palais, Salle Cortot, Studio 104 di Radio France e partecipa a un lungometraggio dal titolo “Générations France Musique”. A gennaio 2020 è tra i quartetti selezionati per esibirsi alla Biennale dei Quartetti d’Archi alla Cité de la Musique.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *