Indagini tecnologiche per trovare Saman
La chimica del terreno batte i cani molecolari
In arrivo detector elettromagnetico

5/6/2021 -Continuano senza sosta nelle campagne di Novellara le ricerche del corpo di Saman Abbas, la ragazza pakistana scomparsa da più di un mese e che la Procura ritiene vittima di una barbara esecuzione da parte dei famigliari, fuggiti in Pakistan, perchè non voleva sottomettersi a un matrimonio combinato.

Le indagini dei carabinieri procedono con i carotaggi nei campi e nelle serre in una zona ben delimitata, per permettere il successivo intervento dei cani cosiddetti “molecolari” capaci di fiutare ogni minima traccia. Tuttavia la prossima settimana è previsto un “salto” tecnologico: sarà impiegato l’elettromagnetometro per scandagliare i terreni.

La prospezione elettromagnetica è una tecnica di indagine geologica che permette di analizzare il sottosuolo in base alla conducibilità elettrica. L’utilizzo di un detector particolarmente sofisticato dovrebbe permettere, almeno lo si spera, di superare le difficoltà incontrate dai carabinieri e daller unità cinofile a causa della composizione chimica del terreno. L’impiego di questa tecnologia conferma la determinazione degli inquirenti, certi che Saman sia stata uccisa e che i suoi resti si trovano da qualche parte a Novellara.

Elettromagnetometro nei campi

Continuano anche le ricerche a livello internazionale dei quattro indagati di omicidio a piede libero (i coniugi Abbas, genitori di Saman, un cugino e lo zio Danish ritenuto l’esecutore materiale del delitto), mentre il cugino già arrestato a Nimes, in Francia, mentre era diretto a Barcellona su un Flixbus, sarà estradato nei prossimi giorni Italia, come ha ordinato giovedì il giudice di Nimes dando esecuzione al Mandato di arresto europeo spiccato dalla Procura di Reggio Emilia a carico di Ikram Ijaz.


Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Speme Rispondi

    05/06/2021 alle 10:06

    Speriamo lo usino anche per intercettare quei pochi neuroni funzionanti nei cervellini di questi esseri osceni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *