Casalgrande: camionista nei guai per un coltello Vendetta comprato in Corsica
Fate attenzione ai gadget turistici

30/6/2021 – una pattuglia della Polizia Locale dell’Unione Tresinaro Secchia, durante un controllo del gruppo specialistico dell’autotrasporto, in via Pedemontana a Casalgrande, fermava F.G. sessantenne di Frassinoro alla guida di un autocarro Mercedes. Durante le operazioni di scarico dei dati del cronotachigrafo digitale, l’agente che era salito in cabina per effettuare l’operazione notava sulla consolle dell’autocarro un lungo coltello facilmente utilizzabile. Il coltello era del tipo a serramanico con una lama lunga 14 centimetri. Con inciso sulla lama “vendetta corsa- che la mia ferita sia mortale”.

Un Vendetta corsa in vdendita sul web

Gli agenti chiedevano spiegazione al conducente che si giustificava dicendo che il coltello era un ricordo e che lo utilizzava per tagliare il pane.

Dichiarazione che non convinceva gli agenti che procedevano a sequestrare il coltello e a compilare gli atti per la denuncia da inviare alla Procura della Repubblica di Reggio Emilia per porto abusivo di oggetto atto ad offendere.

Va detto in proposito che il “vendetta” è un coltello a serramanico che viene venduto abitualmente ai turisti in Corsica, e tutti se ne portano a casa uno. Anche se in effetti 14 centimetri di lama non passano inosservati, e si dovrebbe sapere che – se l’arma non viene denunciata – si finisce nei guai.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.