Polo elettrico, anima italiana
Ritratto di Felisa , mago delle GT da sogno
“A Gavassa una nuova generazione di auto premium

DI MARCELLO NIZZOLI*

23/5/2021 Parliamo dell’autorevole squadra di manager, specialisti e tecnici che dirigeranno il nuovo centro dell’auto elettrica Silk-FAW a Gavassa.

In primo luogo Amedeo Felisa, ex AD di Ferrari: laureato in ingegneria meccanica al politecnico di Milano, nel 1972 entra in Alfa Romeo e nel 1987 ne diventa direttore del settore “Sviluppo prodotto”. Nel 1990 viene assunto come direttore tecnico della Ferrari S.p.A. Nel 2001 viene nominato direttore generale della “Divisione Granturismo“, sviluppando, durante la presidenza di Luca Cordero di Montezemolo, due vetture decisive nella svolta di Maranello, la F456 e la F335. Felisa è considerato “l’uomo indiscusso delle GT da sogno”, del cavallino rampante.

Il progetto Silk-FAW è finanziato e condotto da statunitensi e cinesi, ma ha una forte componente italiana, lo dimostrano indiscutibilmente le responsabilità affidate a Walter De Silva (ex-Alfa Romeo) e allo stesso Felisa, che anche lui ha mosso i primi passi nella casa automobilistica di Arese. Di fatto, De Silva è stato incaricato della supervisione del design della S9 e della progettazione dell’intera linea della serie Hongqi ’S’, mentre Felisa dovrà guidare il programma di lancio e tutte le strategie globali aziendali, incluso il business plan. L’ex amministratore delegato di Ferrari è stato nominato special advisor e membro del senior advisory board di Silk-FAW.

Silk EV è una società internazionale di ingegneria e design automotive. La FAW è uno dei maggiori produttori automobilistici cinesi.

Amedeo Felisa ha dichiarato: “Sono entusiasta di entrare a far parte di Silk-Faw. La mia passione per le vetture ad alte prestazioni mi porta ad accogliere con grande favore l’opportunità di lavorare con Silk-Faw, per sviluppare la prossima generazione di auto premium. Il nostro investimento nella Motor Valley costituisce per l’area un contributo di lungo periodo. Stiamo attraendo i migliori talenti dell’ingegneria e del settore automotive, grazie ai quali, attraverso la nuova serie “S” di Hongqi, accresceremo il livello delle abilità a livello ingegneristico e tecnico per un prodotto di lusso in Cina. Non vedo l’ora di lavorare con tutto il team per produrre vetture sportive di elevata qualità sia per il mercato cinese, sia per quello globale”.

Tra le righe, si può notare che, oltre alla hypercar S9, Felisa punta, senza dubbi, già alla produzione di auto “PREMIUM”, il segmento considerato dagli esperti come più ricco, quello con maggior profitto, ma anche più competitivo, soprattutto in Europa, dove si collocano le migliori Alfa Romeo, Audi, Mercedes Benz e BMW.

Jonathan Krane, presidente di Silk-FAW, ha presentato così Amedeo Felisa: “è uno dei manager più esperti nel settore automotive: nella sua lunga carriera ha gestito l’intero ciclo di vita, dalla progettazione alla commercializzazione, di innumerevoli modelli di auto che hanno ridefinito gli standard in termini di prestazioni, qualità e design del settore”.

La joint venture Silk-FAW si colloca nell’ambito dell’iniziativa “Belt & Road” per la Cina, l’Italia e l’industria automobilistica globale. Con il lancio del primo modello Hongqi S9, l’obiettivo della joint-venture è quello di portare al successo commerciale globale il marchio Hongqi, sviluppandolo per un cliente internazionale e molto esigente. L’Hongqi S9 ed i modelli della serie ‘S’, 100% elettrici, saranno prodotti sia a Reggio Emilia che nella provincia di Jilin, in Cina.

* Marcello Nizzoli è un marketing manager del settore automotive, specializzato nel settore delle auto sportive, dei veicoli per la mobilità sostenibile, veicoli elettrici, autobus, mezzi commerciali. Dal 1987 studia l’economia e la politica dei trasporti, della mobilità.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *