IL DELITTO DI S. MARTINO IN RIO
Paolo Eletti ucciso con un martello
Accanto a lui la moglie ferita: è grave in ospedale
Non si esclude la lite finita nel sangue

25/4/2021 – Delitto a San Martino in Rio. Paolo Eletti, 58 anni, è morto per un colpo violento alla testa: accanto al corpo, disteso nel garage, c’era un martello: l’arma con cui l’uomo è stato ucciso. La moglie Sabrina Guidetti, di 54 anni, è ricoverata in gravi condizioni in ospedale con diverse ferite al braccio. Erano entrambi nel garage della villetta della famiglia nella zona industriale di San Martino in Rio in via Magnanini 13: Paolo Eletti già senza vita, la moglie ferita in stato di incoscienza, probabilmente per le esalazioni di un principio d’incendio che si è sviluppato nel garage, poi domato da Vigili del fuoco intervenuti sul luogo del delitto insieme a due ambulanze e all’automedica dall’ospedale di Correggio e ai Carabinieri, affluiti in forze con con quattro pattuglie: ai militari sono affidate le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Emilia.

Paolo Eletti

A scoprire la tragedia è stato il figlio Marco di 33 anni, rincasato dopo le 17. Entrato nel garage situato nel retro della villetta, sembra richiamato dall’odore e dal fumo dell’incendio, si è trovato davanti a una scena terribile, con i genitori esanimi a terra e il padre morto con una vistosa ferita alla testa.

Gli inquirenti indagano a tutto campo, senza escludere a priori alcuna ipotesi. Ma ieri sera in paese circolata la voce, che al momento non trova conferma, di un litigio degenerato nel sangue.

24/4/2021 – Poco dopo le 17 di oggi 24 aprile i carabinieri della compagnia di Reggio Emilia unitamente ai colleghi del nucleo investigativo del comando Provinciale di Reggio Emilia sono intervenuti a San Martino in Rio, dove un uomo di 33 anni ha trovato nel garage dell’abitazione la madre di 54 anni con ferite da taglio al braccio, non cosciente, e il padre di 58 anni morto, con ferite alla testa. La è stata condotta in ospedale in gravi condizioni. Sul posto anche il 118 i Vigili del fuoco per un principio di incendio nello stesso garage. Sui fatti sono in corso le indagini dei Carabinieri di Reggio Emilia coordinati dalla Procura reggiana.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.