Ordine Avvocati, la censura continua
Ma col nuovo Consiglio dovrà finire

DI ANTONELLA GIGLIOLI*

Antonella Giglioli

2/4/2021 – Non si può che esprimere rammarico per la stringata risposta del Commissario straordinario dell’Ordine Avvocati Reggio Emilia alle Osservazioni sottoposte alla sua attenzione nella Istanza di riesame da me inviata il 9 marzo: con Nota a protocollo n.673/21 del 26.3.2021, in due righe scarne, oltre all’incipit ( “Gentile Collega ..”) e ai saluti, rinvia e conferma il contenuto della precedente Delibera (n.35/CS dell’08/3 u.s.) di diniego della pubblicazione del Verbale COA 21.12.2020, senza gli “omissis”.

Bisogna così prendere atto che tale decisione privilegia di fatto quell’orientamento dissonante col principio della “PIENA TRASPARENZA”, mediante pubblicazione “SENZA CENSURE” di ogni Atto, adottato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Emilia con delibera di Plenum del 09.03.2019 (consultabile tra gli atti di indirizzo sul sito dell’Ordine), ponendosi sullo stesso piano dell’identico comportamento del COA 21.12.2020, oggetto di diffusi DISSENSI della maggior parte della Classe Forense reggiana.

Ora, al di là dei “rimedi” eventualmente ancora esperibili avverso tale “decisione”, nel poco tempo che ci separa dalle elezioni – nel frattempo indette dal 10 al 14 Maggio p.v.– appare più opportuno concentrarci sulla ricostruzione del nostro futuro Consiglio dell’Ordine, augurandoci che l’ “ombra” di quella enigmatica “censura”, non incida negativamente sull’esito elettorale .

Perché l’esigenza di una effettiva (e non solo enunciata) trasparenza si pone quale elemento irrinunciabile alla svolta di rinnovamento eticamente ispirato del nostro futuro COA. Svolta voluta e richiesta non da singoli o pochi, ma da tutti quegli Avvocati reggiani che, uniti e compatti, hanno “sfiduciato” la precedente Consigliatura, con la loro marea di Pec dopo il COA 21.12.2020, determinandone la decadenza; situazione che, francamente, non si vorrebbe si ripetesse, ad elezioni fatte, per simili motivi, una volta desecretato il Verbale.

Perché la desecretazione del Verbale 21.12.2020, dovrà essere l’IMPEGNO PRIORITARIO del COA di futura elezione: un impegno che ciascun candidato dovrà assumersi di fronte agli elettori, nel rispetto di quel segnale forte e chiaro venuto direttamente dagli stessi membri dalla Classe forense reggiana, ora chiamata ad eleggere i propri rappresentanti.

Le voci degli Avvocati reggiani, risuonano come il Coro del Nabucco, richiedendo di spezzare vincoli e soggezioni imposte dall’ “alto” o da Qualcuno che rappresenta solo sé stesso: perché la nostra Professione, la più nobile del mondo, non vuole catene, ma esige LIBERTA’ ed obbedienza solo alla Legge ed al suo Codice etico; questa Professione non sopporta di essere avvilita in obbligati silenzi, ma vuole volare libera, come il pensiero di cui si nutre e si colora come Arcobaleno che si staglia nel cielo, quasi ponte verso l’Infinito.

La forte spinta morale da cui ci sentiamo animati, sarà le nostre ali per risollevarci dagli angusti scenari degli ultimi tempi e per guidarci nella ricostruzione del nostro futuro Coa, consapevoli che nell’etica dei comportamenti, anche individuali, Trasparenza e Verità sono sorelle, entrambe figlie di Giustizia: per cui le Une all’Altra indispensabili. Ecco perché la Trasparenza rappresenta un Valore e, come tale, irrinunciabile.

La dignità della Classe Forense e di ciascuno dei suoi appartenenti passa anche da queste scelte e dall’impegno di ognuno di noi a non rinunciarvi o delegarle supinamente, ma di farci protagonisti attivi della vita forense, in dialogo e collaborazione con gli altri soggetti, ma fedeli alla funzione riconosciutaci dall’Ordinamento: di sentinelle libere e voci indipendenti, capaci di affermare virtù, ma anche di denunciare apertamente vizi e difetti, per individuare insieme soluzioni condivise nella costruzione di una nuova etica Forense e della giurisdizione.  

*Antonella Giglioli, avvocato del Foro reggiano

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *