La gallina dalle uova d’oro
Carotaggi nell’area coop davanti alle Fiere: in arrivo kolossal della logistica?
Rubertelli: sindaco, devi dire cosa sai

DI PIERLUIGI GHIGGINI

23/4/2021 – Una “piattaforma” di logistica (tipo Tnt, Sda Express etc.) estesa 70 mila metri quadrati sorgerà davanti alle ex-Fiere di Reggio? Il rombo di tuono rimbalza da via Filangieri dove, nella grande area un tempo della società Aurora (Coopsette- Coop Nord Est) e oggi di Alleanza 3.0 sono in corso dei carotaggi (prove penetrometriche), di quelli che si fanno per saggiare le caratteristiche di un terreno prima di procedere con la progettazione esecutiva di un grosso intervento edilizio.

Di quell’area si è parlato di recente come candidata a ospitare una mega stagionatura del Parmigiano Reggiano, con annesso polo museale da un milione di forme/anno, addirittura con l’intervento diretto del Consorzio. Ma soprattutto se ne parlò tra il 2009 e il 2010, anche con taglienti polemiche politiche, perché Sofiser -che era la società pubblica proprietaria delle Fiere, poi fallite al pari di Coopsette – fu gentilmente indotta a farsi da parte e a non reclamare i propri diritti per l’edificazione di un mega centro commerciale, al fine di non pestare i piedi alle coop proprietarie dellì’area Aurora. Ciò perchè il Piano Strutturale Comunale, approvato dal consiglio comunale, sindaco Delrio, alla vigilia delle elezioni del maggio 2009, aveva miracolato l’Aurora assegnandole la previsione del centro commerciale a discapito proprio delle Fiere (di proprietà pubblica)

Su quella strana vicenda, nei suoi intrecci con gli affari dell’area Nord (compresa la vendita “da manuale” dell’area ex casello A1 all’Immobiliare Nord Est) esistono anche due rapporti del reparto operativo provinciale dei Carabinieri alla Procura della Repubblica, del 16 aprile e del 28 agosto 2010, con la richiesta di mettere sotto controllo le utenze telefoniche della dirigente Maria Sergio, di Luca Vecchi capogruppo del Pd, dell’allora assessore all’Urbanistica Ugo Ferrari e anche del presidente Sofiser Ivan Rinaldini. Quelle richieste, a quanto si sa, non hanno avuto corso.

Ora quella famosa area, che nelle tristi vicende delle grandi coop è passata al gigante Alleanza 3.0, è in movimento. Nel gennaio 2020, poco prima della pandemia, aveva suscitato scalpore la pulizia a raso di quel terreno dopo anni di completo abbandono. Oggi invece , la notizia delle operazioni di carotaggio. E “radio Filangieri” assicura che proprio lì sorgerà una grande piattaforma di logistica di oltre 70 mila metri quadri, che porterebbe fra l’altro un traffico enorme di Tir e camion. E’ vero, o è un ballon d’essai? Ed è quella l’idea giusta per un’area situata a poche centinaia di metri dalla stazione Mediopadana?

Le funzioni urbanistiche dell’area Nord

L’INTERPELLANZA DELLA CONSIGLIERA RUBERTELLI

La notizia viene accreditata e rilanciata dalla consigliera di Alleanza Civica Cinzia Rubertelli, che ha presentato un’interpellanza ben documentata al sindaco Luca Vecchi, anche in considerazione del fatto che una piattaforma logistica non sarebbe coerente, anzi in contrasto, con le previsioni urbanistiche di insediamenti di eccellenza e “distintivi della città”.

Scrive Rubertelli: “Secondo gli strumenti urbanistici vigenti, la caratterizzazione del Polo Funzionale dell’Area Nord è volta all’insediamento di funzioni intermodali in corrispondenza della stazione mediopadana della tav, direzionali, fieristiche e commerciali nell’area tra la stazione ed il casello autostradale ed infine di attività produttive di eccellenza a elevato contenuto tecnologico e innovativo con particolare attenzione ad aziende manifatturiere che operano nel campo della competenze economiche distintive della città (meccatronica e robotica, energia ed edilizia sostenibile, servizi, agroalimentare), nell’area tra il nuovo casello autostradale e via dei Gonzaga, al fine di caratterizzare ulteriormente il Polo Funzionale come porta della città del futuro, all’insegna dell’innovazione e della qualità.”

Gennaio 2020: l’area ex Aurora ripulita da alberi e arbusti

“A tal fine sono stati attribuiti indici edificatori differenti ma contenuti a seconda delle aree comprese nel polo funzionale in oggetto.

Al centro della cosiddetta Area Nord, di fronte alla Fiera, si trova un’area corrispondente all’ex Pua1, nella quale anche il Comune di Reggio Emilia detiene una parte di proprietà – specifica la consigliera -e tale area è la più importante per accessibilità, visibilità e strategia urbanistica.

Si ricorderà il dibattito scaturito nel 2009 tra gli stakeholder industriali ed il Comune in merito, quando si paventava la realizzazione di un mega centro commerciale.

Ebbene, in questi giorni sono in corso su quell’area delle prove penetrometriche, che paiono propedeutiche ad una sua prossima trasformazione.

Pare che sull’area in questione vi sarebbe l’intenzione di insediare una piattaforma di logistica di oltre 70mila mq.

Cinzia Rubertelli

Se ciò venisse confermato risulta chiaro il potenziale depotenziamento delle strategie urbanistiche predisposte dall’amministrazione nel cuore dell’area caratterizzata dal parco opere di Calatrava oltre che evidenti ripercussioni sul sistema della mobilità introno alle nuove porte della città”.

Per tale motivo – conclude Rubertelli – abbiamo presentato una interrogazione alla Giunta per sapere quale sia lo stato dell’arte intorno a quell’area, e se ritiene opportuna una tale ipotesi di sviluppo dell’area in oggetto, ovvero se si intende agire per orientare una differente valorizzazione della medesima, rispettando le previsioni urbanistiche che sono diversamente orientate nell’Area Nord all’insediamento di attività di eccellenza e distintive della città”. Dal sindaco arriverà una risposta chiara?

Be Sociable, Share!

2 risposte a La gallina dalle uova d’oro
Carotaggi nell’area coop davanti alle Fiere: in arrivo kolossal della logistica?
Rubertelli: sindaco, devi dire cosa sai

  1. Alfio Rispondi

    24/04/2021 alle 07:07

    Vedrai che i compagni ci riusciranno a farsi il nuovo iper accanto alla mediopadana lo hanno in progetto da 20 anni e non saranno i Carabinieri a fermarli, troppi interessi in ball6!

  2. il giudeo Rispondi

    26/04/2021 alle 17:51

    Gli Iper sono ormai un fallimento. Sicuramente invece faranno una speculazione immobiliare, anche perché è un’area che ha una storia particolare. Ritengo invece che vi verrà realizzato un enorme centro di logistica, con trasporti a tutto spiano che intaseranno la già sofferta viabilità ed accessi autostradali. Come sempre, manca un progetto urbanistico complessivo della zona di S. Croce Esterna e Mancasale, specie per la viabilità, e si opera per singole iniziative ed affari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *