La carriera turbolenta di Hermes Ferrari , lo scandianese travestito da “sciamano” davanti a Montecitorio

7/4/2021 – «Mi sono travestito da sciamano perché solo così ero sicuro di essere ascoltato». Hermes Ferrari, 51 anni, noto personaggio scandianese, è un ristoratore di Modena. Ieri è stato il protagonista mediatico, per il suo travestimento pittoresco, delle protesta dei commercianti davanti a Montecitorio: c n un cappello di pelliccia e le corna da vichingo, ha imitato Jake Angeli, il cosiddetto “sciamano” diventato celebre per l’irruzione nel Parlamento Usa. La protesta davanti alla Camera dei deputati è sfociata in tafferugli – condannati dal mondo politico, dalle associazioni e dal ministro Lamorgese – con due poliziotti feriti e almeno sette manifestanti fermati.

Hermes Ferrari, travestito alla Jack Angeli davanti a Montecitorio

“Siamo esasperati, mi sono dovuto vestire da pagliaccio per attirare l’attenzione. Spero che ora qualcuno si accorga di noi e ci ascolti – ha detto Ferrari ai cronisti – Ho dovuto chiedere diecimila euro agli strozzini per pagare gli stipendi dei dipendenti che non ricevevano la cassa integrazione e non sapevano più cosa mangiare”.

Ma lui è un personaggio ben noto a Scandiano, dove per anni ha rappresentato anche “un problema”. Dagospia ne ha ricostruito il pedigree ripescando un paio di vecchi articoli della Gazzetta di Reggio. Nel 2012 era finito ai domiciliari per aver aggredito per strada Angelo Santoro, all’epoca console emerito di Albania, già candidato sindaco e oggi consigliere comunale a Scandiano, “colpevole” di attraversare troppo lentamente la strada sulle strisce pedonali. Santoro finì all’ospedale con 30 giorni di prognosi.

Tempo dopo Hermes Ferrari, noto per il fisico da culturista, fu arrestato e portato dentro dai carabinieri perché le sue incursioni in centro a Scandiano si moltiplicavano, nonostante gli obblighi della detenzione domiciliari (mitigati peraltro dalla possibilità di uscire per motivi di salute e per aiutare la madre), tanto da indurre l’allora sindaco Mammi, oggi assessore regionale, a chiedere un summit ai carabinieri. Il giorno dell’arresto, fu il falso sciamano di Montecitorio a finire al pronto soccorso del Magati, e anche lì riuscì a provocare un putiferio, uscendone tuttavia malconcio.

Be Sociable, Share!

2 risposte a La carriera turbolenta di Hermes Ferrari , lo scandianese travestito da “sciamano” davanti a Montecitorio

  1. Precisino Rispondi

    07/04/2021 alle 14:21

    Riassumendo, Hermes si può semplicemente definire: un cretén

  2. el giudeo Rispondi

    07/04/2021 alle 18:44

    Convengo con Precisino. Quel famoso sacco pieno di c…..che si ruppe, ne lasciò cadere un po’ ovunque e Scandiano ne ha avuto la sua parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *