Reggiolo: litiga al telefono e si sfoga sull’auto di una donna che non c’entra niente
Calci alla portiera e danni per 1.500 euro: ma non sfugge alle telecamere

7/3/2021 – Quando è andata a riprendere l’auto che aveva parcheggiato in via Rinaldi a Reggiolo si è ritrovata la portiera posteriore lato guida sfondata. Un danno di oltre 1.500 euro, quello arrecato alla Lancia Y di una signora di 46 anni mantovana, e causato da un giovane di 20 anni che durante una lite al telefono ha sfogato la sua rabbia contro la prima cosa che gli è capitata a tiro, prendendo a calci l’auto della della donna che, fra l’altro, col suo litigio proprio non c’entrava. Così i carabinieri della stazione di Reggiolo che con l’accusa di danneggiamento aggravato hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Reggio Emilia un ventenne abitante a Guastalla. A immortalare lo sfogo le telecamere della sala bingo del 2 Stelle di Reggiolo che hanno permesso ai militari di indentificare senza ombra di dubbio l’autore del danneggiamento. Quindi nessun dispetto o atto ritorsivo nei confronti della donna, ma solo sfogo stupido quanto gratuito.

U

La vittima si è accorta dei danni quanto è tornata alla sua auto parcheggiata in via Rinaldi, nell’area di sosta prospiciente la sala bingo di Reggiolo. Un danno quantificato in oltre 1.500 euro quello periziato dall’assicurazione che quindi si è presentata ai carabinieri reggiolesi formalizzando la denuncia. I militari avviavano le indagini acquisendo proprio dalla sala bingo le immagini dei filmati delle telecamere che danno sul parcheggio. Dall’esame dei filmati i militari visto l’autore del danneggiamento eche mentre parlava animosamente al telefono improvvisamente ha calciato con violenza lo sportello della lancia Y causando un’evidente ammaccatura. Il giovane, noto anche agli stessi carabinieri, veniva identificato per un 20enne di Guastalla.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *