Marocchino tenuto a stecchetto inscena finta rapina per mettersi in tasca 200 euro della moglie

29/3/2021 – Un cittadino marocchino tenuto a stecchetto dalla moglie, che evidentemente ha i suoi bravi motivi, ha inscenato una finta rapina per mettersi in tasca 200 euro tenuti in casa dalla consorte. Lo hanno accertato gli agenti della polizia di Stato intervenuti ieri pomeriggio in via Jacopo Da Mandra a Reggio Emilia a seguito della segnalazione di una (presunta) rapina

La sedicente vittima si è presentato davanti ai poliziotti con alcune lievi ferite da taglio nel basso ventre. Il marocchino ha raccontato di aver sorpreso un ladro all’interno del proprio appartamento, e questi lo ha affrontato con un coltello e lo ha ferito alla pancia, per poi fuggire calandosi dal secondo piano, tenendosi aggrappato al tubo del gas.

Tuttavia i poliziotti non hanno ritenuto verosimile la versione dello straniero per tutta una serie di incongruenze emerse nel racconto, e al contrario anno accertato che l’uomo aveva inscenato la finta rapina per appropriarsi di 200 euro che la moglie custodiva in casa. E’ scattata la denuncia ala Procura per simulazione di reato e procurato allarme. Ciò che è peggio, l’uomo dovrà affrontare le ire della consorte.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *