Nostalgici delle foibe
Fuoco sinistro sul presidente Matteo Iori per la presenza al Giorno del Ricordo
Aimi: “Che squallore”

15/2/2021 – “Incredibili le critiche e gli attacchi che Alessandro Fontanesi rivolge al presidente del Consiglio comunale di Reggio Emilia Matteo Iori per il fatto di aver partecipato alla commemorazione dei martiri delle Foibe”.

Così il senatore Enrico Aimi, coordinatore regionale di Forza Italia, dopo il pesante attacco rivolto a Iori da Alessandro Fontanesi ex-segretario dei Comunisti Italiani e membro della presidenza Anpi provinciale di Reggio Emilia. Con rara meschinità, Fontanesi è arrivato a definire il Giorno del Ricordo – celebrato in piazza Prampolini l’altro sabato, in memoria della martire Norma Cossetto – come “giorno dell’orgoglio fascista”.

“Ricordiamo a Fontanesi – scrive Aimi – che il Giorno del Ricordo è istituito con legge nazionale “al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale“. Non ci sembra ci sia molto da commentare, se non evidenziare lo squallore delle dichiarazioni di Fontanesi, ancora intrise di livore e di rabbia ideologica che non fanno certo bene alla riappacificazione del Paese. Le sue pesanti dichiarazioni, così come quelle di una certa sinistra ancora restia a riconoscere il dramma delle Foibe – conclude il senatore – sono una offesa alla memoria dei tanti connazionali che persero la vita all’indomani della Seconda Guerra Mondiale per il solo fatto di essere italiani”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *