VITTORIA SCACCIACRISI La Reggiana torna a sorridere

DI PAOLO COMASTRI

Paolo Comastri

Reggiana batte Vicenza 2 – 1.

23/1/2021 – Già questo risultato, arrivato dopo 42 giorni e cinque sconfitte consecutive – aggiungiamo pure che il gol dell’ 1 – 0 siglato da Ajeti al 18′ del primo tempo è distanziato da ben 616′ dall’ultimo targato Radrezza a Brescia – spalanca le porte alla felicità; non solo, si trasforma in compiacimento e soddisfazione perché la Reggiana non solo, vivaddio, è ritornata alla vittoria, ma ha lo ha fatto con convinzione, sfoderando quella sicurezza e caparbietà che parevano essersi smarrite … non si è poi ben capito dove.

L’icona della partita è stata quella di tutta la squadra granata che accorre ad abbracciarsi dopo il gol di Ajeti: ci sono andati tutti a festeggiare, compreso il portiere Michele Cerofolini che si è fatto 80 metri di campo per dare il “cinque” al compagno.

Questo vinto contro il Vicenza di patron Rosso è il primo di tre match fondamentali: seguiranno sabato il Pisa e lunedì 7 febbraio la Virtus Entella.

Che potesse essere una giornata particolare lo si è capito un secondo dopo il fischio d’inizio dell’arbitro Prontera di Bologna; mister Alvini inizia con la sorpresa della difesa schierata a quattro, con Libutti nel ruolo di terzino destro e centrocampo a tre con Del Pinto, esordio interno per lui, da mediano, insieme a Varone e Muratore. Ardemagni, anche per lui prima al “Città del Tricolore”, e Kargbo davanti a Radrezza.

E’ Pontisso a creare la prima conclusione ma già nei primi quindici minuti iniziali appare del tutto evidente che “qualcosa”, finalmente !!, nella Reggiana è cambiato; il digiuno dei gol s’interrompe a distanza di oltre un mese dall’ultima rete segnata con Il colpo di testa di Ajeti che regala il primo gol dell’albanese in casacca granata e, soprattutto, dopo 616’, l’agognato ritorno al gol.

Una rete che il giocatore albanese non segnava da quasi 4 anni, da quel 12 febbraio 2017 quando timbrò il cartellino dei marcatori nella sfida Torino-Pescara (termina 5-3, valida per la 24esima giornata di Serie A).

La Reggiana manovra senza frenesia, gioca con tranquillità nel primo tempo e anche il secondo tempo è sotto il controllo della Reggiana tanto che Cerofolini, fino al 90’, non deve quasi mai tuffarsi per bloccare una conclusione.

I granata invece trovano il raddoppio con un tiro in diagonale di Simone Muratore: il centrocampista timbra la sua prima marcatura in B, a quasi un anno, era il 25 gennaio 2020, dall’ultima rete realizzata contro la Pro Patria con la maglia della Juventus Under 23.

La ciliegina è il ritorno in campo di Marcos Espeche: l’ultima volta giocò un minuto con il Monza lo scorso 6 dicembre, poi il problema al polpaccio prese il sopravvento.

Il gol nel finale di Zonta, papera di Cerofolini, davvero una pennellata storta nel capolavoro che sta “dipingendo” fino ad ora per i colori granata, non macchia la prestazione granata.
I risultati della 19esima giornata: Virtus Entella-Pisa 2-1, Ascoli-Chievo 0-0, Cosenza-Pordenone 0-0, Frosinone-Reggina 1-1, Reggiana-Vicenza 2-1, Venezia-Cittadella 1-1, Salernitana-Pescara, Lecce-Empoli, Cremonese-Spal, Brescia-Monza.

La classifica: Empoli 37; Cittadella 33; Spal 32; Salernitana e Monza 31; Lecce e Chievo 29; Pordenone e Venezia 28; Frosinone 27; Pisa 23; Brescia e Vicenza 21; Cremonese, Reggina e Reggiana 18; Virtus Entella e Cosenza 17; Pescara 16; Ascoli 14.

Mister Alvini finalmente esulta

IL TABELLINO

REGGIANA-VICENZA 2-1 (finale)

MARCATORI: 18′ pt Ajeti (R); 28′ st Muratore (R), 49′ st Zonta (V)

REGGIANA (4-3-1-2) Cerofolini; Libutti, Ajeti, Rozzio, Gyamfi (39′ st Yao); Varone (39′ st Espeche), Del Pinto, Muratore; Radrezza (27′ st Pezzella); Ardemagni (27′ st Zamparo), Kargbo (14′ st Mazzocchi). Panchina: Voltolini, Venturi, Gatti, Lunetta, Zampano, Cambiaghi, Kirwan. Allenatore: Massimiliano Alvini.

VICENZA (4-3-1-2) Grandi; Bruscagin, Pasini, Cappelletti, Barlocco; Agazzi (12′ st Vandeputte), Pontisso, Cinelli; Giacomelli (20′ st Dalmonte); Meggiorini (20′ st Gori), Marotta (12′ st Jallow). Panchina: Zecchin, Perina, Padella, Valentini, Beruatto, Rigoni, Zonta, Longo, Padella. Allenatore: Domenico Di Carlo.

ARBITRO: Alessandro Prontera della sezione di Bologna. Assistenti: Giuseppe Perrotti di Campobasso e Luigi Lanotte di Campobasso; Quarto uomo: Matteo Marcenaro di Genova.

NOTE – Ammoniti Varone, Gyamfi, Meggiorini, Pezzella, Pasini, Del Pinto. Calci d’angolo 6-2 per il Vicenza. Recupero 0′ nel primo tempo, 4′ nel secondo tempo.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *