Rettifica Corghi: scontro sul contratto
Altre 60 ore di sciopero

8/1/2021 – Sempre più dura la vertenza per il contratto aziendale alla Rettifica Corghi di Novellara: ieri l’assemblea dei lavoratori ha deciso altre 60 ore di sciopero (in aggiunta alle 60 già effettuate da in dicembre) “davanti al persistere di una linea di chiusura della proprietà nei confronti delle richieste dei lavoratori”.

Presidio alla Rettifica Corghi di Novellara


“Prima di Natale abbiamo inviato all’azienda una proposta ultimativa con lo scopo di chiudere la parentesi dello scontro che si era creato e finalmente raggiungere un accordo – afferma Emiliano Borciani della Fiom-Cgil di Reggio Emilia -. Si trattava di una richiesta economica decisamente più bassa rispetto alle rivendicazioni iniziali, e aveva lo scopo di arrivare ad un compromesso”.
La risposta dell’azienda però non è arrivata.
“C’è grande delusione da parte degli operai – continua Borciani – la proprietà sta forzando un braccio di ferro per una questione di principio, i dipendenti però lo hanno capito e non hanno intenzione di cedere”.
Lo scopo dichiarato delle nuove 60 ore di sciopero messe in calendario è “raggiungere un accordo” , ma alzando nuovamente il prezzo
“Visto che l’azienda ha rifiutato la proposta di mediazione della Fiom, anche i lavoratori hanno deciso di mettere da parte quella mediazione e hanno deciso di lottare a questo punto per l’intera piattaforma- spiega Borciani – .Gli operai della Rettifica Corghi non hanno intenzione di farsi prendere in giro”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *