Dossier Mal’Aria, Emilia-Romagna fuorilegge
Maglia nero smog a Modena, poi Ferrara e Reggio Emilia

29/1/2020 – Modena è la città capoluogo con l’aria peggiore in Emilia-Romagna nel 2020, tra le prime dieci a livello nazionale sia per il numero di sforamenti di Pm10 (75 giorni in rosso, in pratica due mesi e mezzo) sia per media annuale di concentrazione delle polveri sottili. Il triste primato è quello fatto segnare lo scorso anno dalla centralina di via Giardini. Seguono nell’ordine Ferrara (centralina Isonzo, 73 giorni di sforamento), Reggio Emilia (Viale Timavo, 61 giorni), Ravenna (Zalamella, 58), Rimini (via Flaminia, 56), Parma (Cittadella, 54), Piacenza (Giordani Farnese, 53) e Bologna (Porta San Felice 42). Questi i capoluoghi dell’Emilia-Romagna (in pratica tutti, tranne Forli’-Cesena) che hanno superato con almeno una centralina la soglia di legge di 35 giorni all’anno con concentrazioni medie superiori a 50 microgrammi al metro cubo.

Sono dati contenuti nel dossier Mal’Aria 2021 diffuso oggi da Legambiente che ha individuato in tutta Italia 35 capoluoghi di provincia fuorilegge per polveri sottili: Torino maglia nera nazionale con 98 giorni di sforamenti, seguita da Venezia (88) e Padova (84).

DA LUNEDI’ SARA’ 0522-338700 (DIRE) Reggio Emilia, 29 gen. – Il call center dell’Azienda Usl di Reggio Emilia dedicato all’emergenza Covid -per le attivita’ di contact tracing e vaccinazioni- cambia numero di telefono. Da lunedi’ 1 febbraio non sara’ piu’ 0522-339000, ma 0522-338700. Il servizio, di recente potenziato, e’ attivo con orario continuato dalle 8.30 alle 18, dal lunedi’ al sabato. (Cai/ Dire) 11:26 29-01-21 NNNN

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *