Crisi all’Ordine Avvocati
I consiglieri dimissionari: niente polemiche, massima collaborazione al Commissario

3/1/2021 – Oggi pomeriggio i consiglieri dimissionari del Consiglio dell’ Ordine degli Avvocati di Reggio Emilia – che con la loro rinuncia hanno fatto decadere l’organismo e la presidente Celestina Tinelli – hanno rotto il loro silenzio.

Non per replicare alle accuse della ex-presidente, che nel suo comunicato aveva parlato di “pretesti” e “ragioni inconfessabili”, ma per ribadire di aver agito “nel pieno rispetto del nostro compiuto istituzionale e del nostro ruolo di Consiglieri”.

Respinta la tentazione di “alimentare le polemiche”, confermano di aver presentato istanza al Consiglio Nazionale Forense per il commissariamento dell’Ordine reggiano, e auspicano che le nuove elezioni del Consiglio siano indette rapidamente dal Commissario, al quale assicurano la massima collaborazione.

Il comunicato è firmato dagli avvocati Francesca Corsi, Paolo Nello Gramoli, Marcello Fornaciari, Matteo Marchesini, Franca Porta. Francesca Preite, Giulio Sica e Maura Simonazzi.

Non c’è la firma dell’avvocato decano Franco Mazza, che con le sue dimissioni ha determinato la decadenza del Consiglio.

Il sigilllo dell’Ordine degli Avvocati

IL COMUNICATO DEI CONSIGLIERI DIMISSIONARI

Trascorsi alcuni giorni dalla decadenza del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Emilia, lette le diverse dichiarazioni comparse sui media locali, intendiamo chiarire che noi dimissionari abbiamo agito nel pieno rispetto del nostro compito istituzionale e del nostro ruolo di Consiglieri.

Non riteniamo opportuno, per il bene dell’Avvocatura reggiana, alimentare dannose polemiche, replicando alle dichiarazioni pubblicate nei giorni scorsi.

Immediatamente dopo il verificarsi della decadenza del Consiglio, abbiamo inviato formale istanza di commissariamento al Consiglio Nazionale Forense ed auspichiamo che il Commissario possa intervenire in un clima sereno e di massima collaborazione – così sarà certamente da parte nostra – affinché vengano indette rapidamente nuove elezioni, riconsegnando la parola e la decisione a tutti gli Avvocati del Foro reggiano.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *